Terminal Container Ravenna, continuano gli investimenti

06100452293

Dopo il piano di investimenti da 8 milioni di Euro, avviato nel 2014 con l’ammodernamento di due gru di banchina, ora in grado di operare sulle navi post-panamax, TCR – Terminal Container Ravenna sposta adesso l’attenzione sul miglioramento della capacità operativa del piazzale, finalizzando l’ordine per tre nuove gru RMG – Rail Mounted Gantry cranes. Le tre nuove gru RMG, che saranno costruite dalla Liebherr Cranes e per le quali è prevista la consegna entro la fine del 2016, andranno a sostituire le vecchie unità e renderanno al tempo stesso possibile un aumento della capacità operativa del piazzale e un miglioramento nella movimentazione di carico e scarico dei treni. Attualmente il terminal è dotato di quattro RMG, tre delle quali sono dedicate alle operazioni di piazzale, ed una alle attività sui treni. Successivamente all’entrata in servizio delle tre nuove gru, TCR avvierà alla demolizione delle due RMG più vecchie, mentre le altre 2 esistenti saranno soggette ad un programma di ammodernamento, al termine del quale verranno utilizzate in maniera specifica per le operazioni di carico/scarico dei treni, duplicando di fatto il numero di gru disponibili per questo tipo di attività. Le nuove gru RMG (in grado di operare su una superficie pari a 15 file di container, raggiungendo in altezza la possibilità di impilare i container fino al quinto tiro più uno) aumenteranno la capacità del piazzale di circa il 34%, estendendo l’attuale area operativa di una ulteriore fila di container in larghezza ed un ulteriore tiro in altezza. Milena Fico (Direttore Generale TCR) commenta: “Questo ulteriore investimento da 10 milioni di euro per la modernizzazione delle gru di piazzale dimostra il la volontà dei nostri azionisti, Sapir e Contship Italia, per lo sviluppo del nostro terminal. Migliorare la nostra capacità operativa, nel piazzale e su rotaia, avrà ricadute positive sul livello di servizio che TCR è in grado di offrire ai propri clienti”. “TCR Ravenna – continua – vuole consolidare ulteriormente il proprio ruolo di gateway Italiano sull’ Adriatico per il Mediterraneo orientale e oltre. In particolare, il miglioramento della capacità ferroviaria, ci darà la possibilità di sviluppare ulteriormente la connettività ferroviaria di Ravenna, offrendo un vantaggio competitivo per l’accesso ai mercati del Nord Italia e del Sud Europa”.