Tavolo tecnico per l’hub portuale di Civitavecchia

civitavecchia porto

Riunione a Palazzo Chigi, a breve il protocollo d’intesa

Ieri, sotto la presidenza del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà, si è riunito a Palazzo Chigi il tavolo tecnico per la definizione dell’intesa generale quadro per la realizzazione dell’hub portuale di Civitavecchia e Fiumicino, dei sistemi di rete e della logistica, proposta dal Presidente dell’Autorità portuale di Civitavecchia, Pasqualino Monti.  Al tavolo erano presenti i rappresentanti delle amministrazioni dello Stato competenti, degli enti territoriali interessati e delle aziende pubbliche coinvolte. In esito alla riunione il Sottosegretario Catricalà ha istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri una task force che definirà, sul piano tecnico, in accordo con le parti interessate, i contenuti dell’intesa.

Al centro della discussione, tra l’altro, gli assi autostradali e ferroviari sulla direttrice Orte – Civitavecchia. Nel primo caso l’ostacolo principale è costituito dal reperimento dei 700 milioni di euro necessari al completamento della  Trasversale Orte – Civitavecchia. Per la ferrovia  Orte – Capranica – Civitavecchia c’è invece il rifiuto di RFI (Rete ferroviaria italiana) a intervenire sulla linea. L’opzione non sarebbe conveniente in quanto la trasformazione della tratta, nata come linea merci, in linea passeggeri risulterebbe troppo onerosa.

Alla riunione hanno partecipato Regione Lazio, province di Roma e Viterbo, comuni di Roma, Fiumicino, Civitavecchia, Viterbo e Tarquinia, Ferrovie dello Stato, ENI, Anas, Ardis, Fincantieri, Grimaldi Group, Aeroporti di Roma, oltre l’Autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.