Taglio della lamiera per MSC Seaside

_FIL0543

MSC Cruises e Fincantieri hanno dato il via alla costruzione di una nave di nuova generazione, MSC Seaside, con il taglio della prima lamiera. Alla cerimonia, tenutasi presso lo stabilimento di Monfalcone, hanno partecipato per MSC Cruises Pierfrancesco Vago, Executive Chairman e Gianni Onorato, Chief Executive Officer insieme a Giuseppe Bono, Chief Executive Officer di Fincantieri.  “Oggi abbiamo assistito all’inizio dei lavori di una nuova nave straordinaria, MSC Seaside. Si tratta di una nave che rivoluziona gli standard di settore, con un design audace e innovativo che porta gli ospiti più a contatto con il mare” ha dichiarato Pierfrancesco Vago. “MSC Seaside rappresenta un pilastro fondamentale del nuovo piano industriale da 5,1 miliardi di euro che con la realizzazione di sette nuove navi ci permetterà, entro il 2022, di raddoppiare la capacità della flotta”. La commessa si aggiunge al Programma Rinascimento (valore: 200 milioni) per l’ammodernamento di quattro unità della flotta MSC Crociere.  “Per il nostro gruppo e non solo per il cantiere di Monfalcone questa cerimonia non assomiglia alle altre. MSC Seaside infatti sarà l’unità più grande finora prodotta nei nostri stabilimenti, la prima che realizziamo per questo armatore che, come noi, ha la sua forza nell’essere un vero operatore globale dell’industria in cui opera. Per MSC Seaside abbiamo messo a punto un progetto completamente nuovo e molto ambizioso e non vediamo l’ora che prenda forma per celebrare fra due anni con MSC una splendida nave di cui essere tutti estremamente orgogliosi”, ha sototlineato Giuseppe Bono. L’unità sarà posizionata a Miami tutto l’anno alla volta di suggestivi itinerari nei Caraibi. Tutte le operazioni legate all’attività crocieristica di Miami – che dal 2015 interesseranno anche MSC Divina – potranno usufruire del nuovo terminal di PortMiami recentemente ristrutturato ed ampliato, a significare le forti ambizioni della Compagnia di affermarsi nel mercato nord americano e a fornire ai passeggeri servizi di massima qualità. “Per MSC Seaside abbiamo scelto un nome che coglie la nostra idea di crociere in mari e climi caldi, vicinanza con il mare, gioia di viaggiare  alla scoperta delle meravigliose atmosfere tropicali in un contesto unico”, ha spiegato Gianni Onorato.  Con una stazza lorda di 154.000 tonnellate e una capacità di 4.140 passeggeri, la nuova MSC Seaside sarà la più grande nave da crociera mai stata costruita da Fincantieri. Il debutto della nave è previsto a novembre 2017 e sarà varata a Miami a dicembre 2017. Le vendite delle crociere a bordo di MSC Seaside saranno disponibili già a novembre di quest’anno, due anni in anticipo rispetto alla sua stagione inaugurale, per soddisfare la forte domanda da parte dei crocieristi appassionati. MSC Seaside è la prima di due navi gemelle commissionate a Fincantieri. La seconda nave debutterà, invece, nel 2018. C’è poi la costruzione di una terza unità di classe Seaside che per ora è in opzione e dovrebbe essere consegnata entro il 2021. MSC Seaside e la sua gemella saranno anche il nuovo standard di riferimento in termini di rispetto dell’ambiente, con sistemi di Advanced Water Treatment (AWT) per l’eliminazione di agenti inquinanti e nocivi delle acque reflue, impianti per il trattamento di rifiuti solidi altamente efficienti, depuratori per la riduzione delle emissioni, vernici antivegetative, linee di carena ottimizzate, eliche e timoni per ridurre la resistenza ed il consumo di carburante, ma anche l’illuminazione a LED per ridurre i consumi energetici compresi il consumo di combustibile e impianti avanzati di recupero del calore per l’alimentazione di acqua dolce, per la lavanderia, per le piscine e anche per l’acqua calda. La nave, inoltre, è pienamente conforme alle regole del sistema di sicurezza “Safe return to port”. MSC Cruises dal 2014 ha avuto una crescita dell’800% e nel 2014 ha trasportato 1,67 milioni di passeggeri e ha registrato ottimi risultati economici con un fatturato di 1,5 miliardi di euro. Per il 2015 si prevede un’ulteriore crescita del 10%.