STX Europe taglia 700 posti in Finlandia

rauma_2010

La crisi continua a mordere la cantieristica europea. Il gruppo STX Europe ha annunciato la ristrutturazione della divisione finlandese (STX Finland). Il piano, con il consenso del principale azionista, la sudcoreana STX Corporation, prevede il trasferimento di tutte le attività nei cantieri di Turku e il taglio di circa 700 posti di lavoro entro il 2014. A fare le spese della carenza di ordini degli ultimi anni lo stabilimento di Rauma. Per Jari Anttila, vice presidente esecutivo e vice amministratore delegato di STX Finland, la decisione di accorpare la produzione dei due stabilimenti si basa su una stima realistica dello stato attuale dell’azienda e delle prospettive di mercato e permetterà “di interrompere il circolo vizioso delle perdite della società, giunte al sesto anno”. L’alternativa, conclude,  sarebbe stata la chiusura dell’industria navalmeccanica finlandese e la fine del nostro patrimonio di 300 anni di costruzione navale”.