Stati Generali Mondo Lavoro del MARE:
oggi pomeriggio, da Genova, il confronto su competenze e formazione

A emergere è il ruolo fondamentale delle Fondazioni ITS, Istituti Tecnico Superiori, nell’incrociare formazione professionale e competenze ricercate dalle aziende.

Genova, 25 maggio 2021 - Secondo appuntamento, questo pomeriggio, con gli Stati Generali Mondo Lavoro del MARE, la tre-giorni dedicata all’economia marittima, trasmessa da Genova e accessibile a tutti in diretta on line.

A fare da moderatore il fondatore degli Stati Generali, Pier Carlo Barberis; presenti formatori e responsabili HR del mondo del mare, in diretta dal Blue District di Genova.

“Il più grande spreco del mondo è la differenza tra ciò che siamo e quello che potremmo diventare”, la frase è di Rodolfo Magosso, direttore Risorse Umane Gruppo Messina, tra gli ospiti. Il leit-motiv che ricorre è infatti l’assenza di sinergia tra formazione e aziende: i ragazzi non sono orientati in modo da scegliere percorsi formativi che offrano sbocchi occupazionali e gli enti formativi non parlano con il mondo del lavoro.

Eccezion fatta per gli ITS, portati in palmo di mano da tutti, fondazioni per la formazione superiore professionale nel cui organico docente sono presenti le stesse aziende al 70%, quelle che poi integrano nei loro organici gli stessi discenti con il tasso “bulgaro” dell’80%.

Ma evidentemente non basta. Tanto che sono riecheggiate le parole che Alessandro Mele, Presidente di ITS Italy, l’Associazione che raggruppa oltre 100 Fondazioni ITS, aveva pronunciato agli Stati Generali Mondo Lavoro del Turismo di marzo: «Abbiamo bisogno di ragazzi formati, in Italia c’è carenza cronica di tecnici specializzati anche se siamo il secondo Paese manifatturiero in Europa. Gli ITS italiani sono 108 e formano 116mila allievi. Ma in Francia gli allievi sono 600mila, quasi 900mila in Germania e 1 milione in Canada».

Ecco che i fondi di sostegno alla formazione professionale, soprattutto in ottica di Industria 4.0 – digitalizzazione, automazione e informatizzazione dei processi - saranno fondamentali per recuperare terreno in Europa sulla formazione professionale.

Sulla base di quello che Marco Monga - Executive Director Human Capital and Organization IIT Istituto Italiano di Tecnologia – chiama l’analfabetismo funzionale italiano, ovvero l’incapacità di apprendere in un modo ragionato più che nozionistico, si inserisce quindi l’assenza di comunicazione tra gli enti formativi e le aziende. Ragione per cui mancano ingegneri, periti elettrici ed elettronici, ufficiali di macchina, solo per citare qualcuna delle carenze di cui parlano gli esperti presenti oggi pomeriggio.

Alla proposta di Pier Carlo Barberis di creare un canale diretto con gli ITS per incontri periodici in cui tastare il polso delle aziende, tutti si dicono d’accordo. Funzionano meglio dell’alternanza e concertando un confronto periodico si potrebbero persino disegnare a quattro mani le competenze che saranno necessarie nel futuro.

La registrazione integrale dell’evento è disponibile al seguente link: www.facebook.com/2322929877958090/videos/543034266862977

Gli Stati Generali Mondo Lavoro del MARE proseguono fino a giovedì 27 maggio 2021.
Tutti gli appuntamenti, due al giorno, sono accessibili gratuitamente dai profili social degli Stati Generali Mondo del Lavoro:
www.linkedin.com/company/stati-generali-mondo-del-lavoro/
www.facebook.com/statigeneralimondolavoro

www.statigeneralimondolavoro.it