Sicurezza marittima, porti spagnoli alla Corte di Giustizia Ue

security

Azione della Commissione europea contro la Spagna alla Corte di giustizia dell’Ue sulla sicurezza marittima. Venti scali iberici non hanno ancora adottato e attuato i piani previsti dalla Direttiva 2005/65 / CE del Consiglio “per fornire protezione alle navi e agli impianti industriali contro il rischio di attentati e terrorismo”. Dal 15 giugno 2007, termine di recepimento della norma, la Commissione ha monitorato la situazione dei porti continentali chiedendo alla Spagna di preparare piani di azione nazionali. Nonostante gli sforzi per rispettare i termini fissati per la fine del 2013 le autorità spagnole devono ancora adottare una ventina di piani di sicurezza.