Shipping and law 2014, Napoli capitale dell’industria marittima

shippingandlaw

Si stringono i legami che legano Napoli e l’attività marittima. Nella città attorno alla quale è concentrata la metà dell’armamento nazionale si svolgerà il 7 e 8 ottobre la quinta edizione di Shipping and Law, tradizionale appuntamento voluto e organizzato da Francesco Saverio Lauro, avvocato marittimista e primo presidente dell’Ap di Napoli, evento in occasione del quale alcuni tra i maggiori attori del mondo dello shipping, della finanza e di altre attività legate all’industria del mare si confronteranno sui temi più importanti del settore. Un incontro “potenziato” rispetto agli anni precedenti che si articolerà in due giornate: nella prima si terrà un workshop incentrato sulle ecoship; nella seconda quattro sessioni si occuperanno di industria armatoriale, cantieristica, finanza, mondo assicurativo e bancario. Tra gli oltre 200 industry leaders presenti: Emanuele Grimaldi, presidente di Confitarma e amministratore delegato del primo gruppo armatoriale italiano con una flotta di oltre cento navi; il trentacinquenne numero uno di Scorpio, Emanuele Lauro, “enfant prodige” dello shipping internazionale, noto per aver ordinato negli ultimi due anni una modernissima flotta di econavi con capitali (private equity) raccolti sui mercati internazionali; John Lyras, rappresentante delle associazioni degli armatori europei e greci; Jeffrey Pribor, responsabile mondiale degli investimenti marittimi di Jefferies LLC, la principale banca d’investimenti nel settore dello shipping; Vincenzo Petrone, presidente di Fincantieri; John Wiik, CEO del Norwegian Hull Club, il più grande assicuratore mondiale; Richard Fulford-Smith, amministratore delegato di RS Platou, una delle più grandi società di brokeraggio. I siti scelti per la conferenza di quest’anno sono il complesso monumentale gotico-rinascimentale e barocco di Santa Maria di Donnaregina, nel cuore del centro storico di Napoli e il Palazzo du Mesnil, uno edificio in stile neoclassico con vista sulla baia, che si trova sul lungomare di via Partenope.

LAVORI
7 ottobre ore 16-19
Workshop ‘Eco-ships: Investing in Technologies
(Palazzo du Mesnil, Via Partenope 10/A – Napoli)
Quest’anno l’abituale conferenza che si terrà mercoledì 8 ottobre sarà preceduta ed ampliata da un premiere workshop intitolato “Eco-ships: Investing in Technologies”, previsto per il pomeriggio del giorno 7 ottobre e organizzato grazie al supporto di Wärtsilä. L’iniziativa è organizzata assieme al Gruppo Giovani Armatori di Confitarma e ad ATENA Associazione italiana di Tecnica Navale, i cui presidenti Andrea Garolla di Bard ed Alberto Moroso modereranno il dibattito. Dopo l’apertura di Francesco S. Lauro, sono previsti gli interventi di: Apostolos Poulovassilis, Umberto D’Amato, Fabio Di Felice, Dario Bocchetti, Volkmar Galke e Guido Ceccherelli.  A seguire un panel moderato da Ugo Salerno, dal titolo “Why investing in eco-ships?” in cui interverranno Emanuele Lauro, Lorenzo Matacena, Valeria Novella, Jeffrey Pribor (il numero uno della merchant bank Jefferies) e vari giovani armatori di Confitarma.

8 ottobre ore 9-18
Conferenza ‘Shipping and the Law in the recent  and current markets
(Complesso Monumentale Santa Maria Donnaregina, Via Luigi Settembrini, 80 – Napoli)
La conferenza che si svolgerà nell’intera giornata di mercoledì 8 ottobre prevede quattro sessioni. Durante la sessione di apertura Emanuele Grimaldi, John C. Lyras, Vincenzo Petrone, Jeffrey Pribor, Ugo Salerno e John Wiik discuteranno di “Global Challenges and Strategic Decisions in the Current Shipping Markets” in un panel che sarà moderato da Francesco S. Lauro e Richard Fulford-Smith, con le conclusioni a cura di Peppino D’Amato. La sessione, a cui è invitato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, si concluderà con temi geopolitici: “Geo-political outlook”, una relazione a cura del gen. Vincenzo Camporini, ex Capo di Stato maggiore della Difesa, e l’intervento di Marco del Panta, del Ministero degli Affari Esteri, che descriverà  lo stato dell’arte della missione “Mare Nostrum”. 
Nella seconda sessione “Follow the Money”, presieduta da Diego Pacella e Jeffrey Pribor, si parlerà  di finanza: armatori, banchieri ed esperti finanziari si confronteranno in particolare sul ruolo del private equity nell’industria dello shipping, ma anche su altri temi come l’accesso al credito e la ristrutturazione delle imprese in sofferenza. Tra le banche presenti, oltre al gruppo Intesa – rappresentato da Maurizio Barracco, presidente del Banco di Napoli – vi saranno, tra le altre: Mediobanca, ING, Credit Suisse e Citi Bank. Al termine la relazione “Shipping finance is not immune to EU competition law”, a cura di Mark Clough, avvocato esperto in materia di concorrenza. Dopo il lunch nel meraviglioso edificio gotico di Donnaregina Vecchia, offerto da Ecospray Technologies e Caronte & Tourist Spa, la terza sessione (“Managing the Risks Through Today’s Turbulent Markets”), presieduta da Mauro Iguera e da Federico Deodato, sarà introdotta da una relazione di Mans Jacobsson (già direttore degli Oil Pollution Compensation Funds) sul caso “Prestige”. Assicuratori, armatori, broker, legali ed esperti di gestione delle crisi esamineranno i trend dei mercati assicurativi e riassicurativi e quelli delle sanzioni internazionali, dell’inquinamento e della gestione della crisi. Previsti gli interventi di: John Wiik (CEO del Norwegian Hull Club), Christopher Brown, Maurizio Dardani, Patrizia Kern-Ferretti, Mike Salthouse, Shawn Winter. Parteciperanno alla tavola rotonda: Angelo Ansaldo, James Bean, Michele Bottiglieri, Rocco Bozzelli, Maurizio d’Amico, Vittorio Damonte, Richard Jenssen, Lorenzo Matacena, Alessandro Morelli, Marco Poliseno, Leonardo Rondinella, Gerasimos Strintzis, Alexander Tsavliris. La sessione conclusiva (“Build, Buy, Charter”), presieduta da Clive Aston, presidente degli arbitri marittimi londinesi, e dall’armatrice Mariella Bottiglieri, sarà introdotta da una presentazione a cura di Giorgio Berlingieri, vice presidente del Comité Maritime International e avrà  come tema i contratti di utilizzazione, costruzione e riparazione navale, sia dal punto di vista legale che commerciale. Dopo interventi di: David McInnes, Christian Mollitor, David Pitlarge, Furio Samela ed Ernersto Ardia per lo Studio Lauro, discuteranno dell’argomento: Olof Berndtsson, Giuseppe Bottiglieri, Carlo Cameli, Giovanni Cimmino, Giacomo Gavarone, Marie Kelly, Salvatore Lauro, Andrea Mastellone, Valeria Novella, Brian Robertson e Yannis Triphyllis.

Brochure