Salerno, nasce l’International Propeller Club

536692_3457954220840_616783689_n

Nella città campana la ventunesima sede dell’associazione

Il rinnovato dinamismo della portualità salernitana si esprime anche a livello associativo. La nascita dell’International Propeller Club Port of Salerno, nuova sezione dell’associazione che conta altri venti sedi a livello nazionale, testimonia dell’esigenza di una utenza portuale alla ricerca di nuovi spazi di incontro e discussione. Presieduto dall’Avv. Alfonso Mignone, il nuovo Propeller guarderà al cluster marittimo salernitano nell’ottica di un sistema integrato: al centro dell’interesse, dunque, l’ulteriore rilancio della portualità turistica e del cabotaggio costiero con il Cilento, senza tralasciare questioni strategiche come metropolitana leggera e decollo definitivo dell’aeroporto Salerno – Costa d’Amalfi, considerato “secondo baricentro” di attrazione turistica insieme allo scalo. “Il livello soddisfacente raggiunto dal nostro porto commerciale è il modello da seguire”, sottolinea il neo presidente. “Non dimentichiamo che il mare è per Salerno il maggior datore di lavoro: non tenerne conto significherebbe non avere cura per le future generazioni, perdere l’importantissimo treno senza il quale non si può riuscire ad affrontare le sfide storiche che ci attendono oltre la Crisi”. Tra le attività previste dall’associazione studi e approfondimenti con eventi culturali tematici e “l’impegno”, sottolinea Mignone, “a sensibilizzare e tener deste le Istituzioni sulle problematiche afferenti al territorio”. Il Propeller Club di Salerno, con sede a Piazza Umberto I, è stato costituito giovedi scorso presso la sala della “Stella Maris”. Presidente del consiglio direttivo è Orazio de Nigris.