Rolls-Royce svela yacht di lusso “Crystal Blue” con tecnologia digitale avanzata e propulsione ibrida

rolls-royce

Rolls-Royce ha svelato un innovativo concetto di yacht di lusso progettato per mostrare i vantaggi delle soluzioni avanzate di intelligence navale e della propulsione ibrida basata sul carburante e la batteria LNG nel mercato del tempo libero marino.

Presentato durante il Global Superyacht Forum (GSF) ad Amsterdam, Crystal Blueyacht e la sua nave di supporto Blue Shadow sono stati sviluppati per consentire nuove idee nel design e nella propulsione degli yacht ottimizzando la super struttura dello yacht per un maggiore utilizzo e comfort per gli ospiti.

Annunciando lo sviluppo in un discorso programmatico all’evento GSF, Oskar Levander, Rolls-Royce SVP concetti e innovazione ha dichiarato: “Crystal Blue è stato progettato specificamente per mostrare come la nuova tecnologia possa soddisfare la crescente domanda del settore yacht per prestazioni più elevate, maggiori range operativi e aumento dei livelli di comfort dell’ospite, senza impatto sull’ambiente. “

Una delle molte novità è l’uso di un sistema di posizionamento dinamico intelligente che controlla automaticamente due propulsori azimutali e un propulsore a prua TT1100, tecnologia che di solito si trova sulle navi di supporto offshore che devono mantenere le loro posizioni vicino alle piattaforme petrolifere entro un paio di metri. A bordo di Crystal Blue, tuttavia, questo sistema consente allo yacht di rimanere nel punto giusto sull’acqua – senza usare un’ancora – e di “seguire il sole” attraverso il cielo per garantire ai bagnanti di godere dell’ottimale “angolo abbronzante” mentre si è sdraiati su deck.

A prima vista, sembra che la Rolls-Royce abbia dimenticato di includere un ponte nel progetto ma, come spiega Levander, “è stato appena spostato”.

“I nostri concetti di intelligenza navale e controllo a distanza ci hanno permesso di progettare uno yacht per il futuro che ha il ponte situato sotto la prua, all’interno della nave. L’equipaggio è in grado di monitorare e controllare la nave utilizzando sofisticati sensori, telecamere, schermi di visualizzazione e tecnologie di consapevolezza situazionale; ma un ponte interno libera la zona tradizionale del ponte nella parte anteriore della sovrastruttura per consentire a proprietari e ospiti di godere di una vista panoramica che è tradizionalmente apprezzata solo dall’equipaggio. “

La console del ponte si basa sul progetto unificato  che la Rolls-Royce ha già consegnato a diversi tipi di navi, compresi i grandi superyacht. Presenta anche la tecnologia Rolls-Royce e Svitzer dimostrato nel primo rimorchiatore commerciale telecomandato all’inizio di quest’anno.

Il team di Rolls-Royce Blue Ocean ha anche incorporato nel progetto alcune nuove caratteristiche di sicurezza, ovvero una “stanza sicura”; una cittadella in cui ospiti e membri dell’equipaggio possono cercare rifugio in caso di imbarco non autorizzato. Una volta all’interno, l’equipaggio può scavalcare i comandi e azionare lo yacht da remoto o dirigere un centro a terra per pilotare la nave

Progettato per 12+ passeggeri e 12 membri dell’equipaggio, il Crystal Blue da 62 metri si basa su uno scafo in composito o in alluminio che aziona una centrale elettrica basata sulla configurazione del sistema LNG / batteria SAVe-CUBE ibrido Rolls-Royce.

Il macchinario è costituito da due gruppi elettrogeni MVA-16V4000 MTU alimentati a GNL funzionanti in parallelo con un banco batteria per fornire 1MWh di potenza senza gruppo elettrogeno durante i soggiorni in porto. Due propulsori Azipull in carbonio di peso ridotto forniscono potenza propulsiva per raggiungere velocità di servizio massime di 20 nodi.

Sebbene il combustibile GNL sia sempre più specificato per le navi mercantili, in particolare per i traghetti costieri, la dimensione dei serbatoi di carburante e la mancanza di infrastrutture di bunkeraggio GNL rappresentano un ostacolo importante per il settore degli yacht che comprende il carburante più pulito e inodore.

“È qui che entra in gioco Blue Shadow”, ha spiegato Henrik Alpo Sjöblom, Project Manager della squadra di Rolls-Royce Blue Ocean.

Operando in convoglio, Blue Shadow è un’imbarcazione di supporto a scafo in acciaio da 42 metri più piccola, comandata a distanza, utilizzata per trasportare e lanciare l’offerta della nave madre, l’elicottero e qualsiasi altro “giocattolo” che possa avere il proprietario dello yacht. Consente inoltre ai progettisti di sfruttare al meglio l’area di poppa di Crystal Blue per gli ospiti, ad esempio includendo una piscina a sfioro o un’area di spiaggia. La barca ombra raddoppia anche come chiatta di bunkeraggio del LNG personale del proprietario.

“La combustione di GNL presenta chiari vantaggi rispetto a Marine Diesel Oil per il settore degli yacht”, ha affermato Sjöblom. “Non c’è fumo, non emette odori sgradevoli o fumi e rispetta severe normative sulle emissioni, consentendo agli yacht di entrare in acque altrimenti ecologicamente sensibili.

“Abbiamo dimensionato serbatoi di carburante Crystal Blue per una gamma di 3000 miglia nautiche senza rifornimento di carburante, ma con la capacità di carburante aggiuntiva dell’Ombra, la portata aumenta fino a 4400 miglia nautiche, il che significa che la maggior parte delle aree tipiche della nautica sono accessibili.”

Spiegando il motivo dello sviluppo, Levander ha aggiunto: “Con Crystal Blue e Blue Shadow possiamo mostrare in modo più efficace come le nuove soluzioni di intelligence navale basate su tecnologia digitale possano offrire possibilità uniche, maggiori capacità e valore aggiunto al mercato degli yacht di lusso, sia per nuovi che per navi esistenti. I sistemi e le tecnologie che Rolls-Royce ha a disposizione possono portare valori “verdi” e livelli di comfort mai visti in precedenza per il proprietario dello yacht “.

“Abbiamo un’enorme offerta in Rolls-Royce e il nostro portafoglio è altamente compatibile con il mercato del tempo libero marino. Con Crystal Blue possiamo mostrare cosa si può ottenere e come potrebbe sembrare lo yacht del futuro. Possiamo dare completa libertà ai progettisti di yacht e, così facendo, soddisfare al meglio i sogni dei proprietari di yacht “.