Rolls-Royce Holdings Plc: risultati semestrali 2021

Realizzare le priorità finanziarie e guardare avanti a un futuro a basse emissioni di carbonio

Buon inizio d’anno con il miglioramento del flusso di cassa e dei profitti derivanti dalle operazioni in corso

  • Risultato operativo sottostante £ 307 milioni, in aumento rispetto a una perdita di £ (1.630)m nel 2020 H1
  • Flusso di cassa gratuito £(1.174)m, significativamente migliore rispetto all’anno precedente (2020 H1: £(2.862)m)
  • Forte posizione di liquidità senza scadenze prima del 2024
  • Focalizzato sulla consegna per pianificare e guidare i risultati
  • Ristrutturazione che ha dato risultati e dovrebbe raggiungere >di 1 miliardo di sterline nel 2021
  • Programma di smaltimento in corso verso proventi mirati per almeno 2 miliardi di sterline
  • Obiettivo di far positivo il free cash flow nel secondo semestre 2021
  • Sulla buona strada per migliorare il flusso di cassa libero dell’anno 2021 a circa £ (2,0)miliardi (2020: £ (4,2)miliardi)
  • Lanciato il percorso zero netto che conferma i nostri obiettivi e l’impegno a svolgere un ruolo di primo piano nella transizione dei mercati che serviamo a zero emissioni nette di carbonio entro il 2050

Warren East, Amministratore Delegato, ha dichiarato: ” Lanostra continua attenzione agli elementi sotto il nostro controllo, insieme a una buona prestazione da parte della difesa e delrecupero dell’assunzione di ordini in Power Systems, ci hanno permesso di fornire solidi progressi nel primo tempo. I vantaggi del nostro fondamentale programma di ristrutturazione nel settore aerospaziale civile sono evidenti nella riduzione del deflusso di cassa e nel miglioramento dell’efficienza operativa. Questa base di costi più snella insieme a una forte posizione di liquidità ci dà fiducia nella nostra capacità di resistere alle incertezze intorno al ritmo di ripresa dei viaggi internazionali e beneficiare dell’eventuale rimbalzo. Stiamo facendo investimenti disciplinati nelle nuove opportunità per guidare la crescita futura, in particolare nell’energia zero netta dove siamo all’avanguardia con l’innovazione e l’eccellenza ingegneristica. Il nostro percorso e i nostri obiettivi netti zero, annunciati a giugno, hanno stabilito il nostro piano per consentire ai settori in cui operiamo di raggiungere lo zero netto entro il 2050 guidando miglioramenti step-change nell’efficienza dei motori, contribuendo ad accelerare l’adozione di carburanti sostenibili e sviluppando nuove tecnologie. 

Risultati finanziari del Primo Semestre 2021 del Gruppo

Statutario 2021 H1 Legge 2020 H1 Sottostante 2021 H1 Sottostante 2020 H1
Milioni di sterline
ricavo 5,159 5,673 5,227 5,410
Utile/(perdita) lordo 814 (590) 1,097 (965)
Risultato operativo/(perdita) 38 (1,617) 307 (1,630)
Utile/(perdita) al lordo delle imposte 114 (5,213) 133 (3,203)
Utile/(perdita) da operazioni continuative 394 (5,261) 104 (3,293)
(Perdita)/utile da operazioni interrotte 1 (1) (117) 43 (33)
Utile/(perdita) per il periodo 393 (5,378) 147 (3,326)
Utile/(perdita) per azione (pence) 2 4.522 (96.12)p 1.76p (59.44)p

 

H1 2021 2020 H1 cambiare
Flusso di cassa libero di gruppo (FCF) (1,151) (2,801) 1,650
Flusso di cassa libero di gruppo da operazioni continue (1,174) (2,862) 1,688
Movimenti dichiarati dell’indebitamento netto dai flussi di cassa(es. passività di leasing) (1,503) (3,152) 1,649
30 giugno 2021 mercoledì 31 dicembre 2020 cambiare
Indebitamento netto (ex passività leasing) (3,083) (1,533) (1,550)

 Riepilogo delle prestazioni sottostanti della Business Unit

La performance sottostante esclude l’impatto delle rettifiche mark-to-market di fine periodo,l’effetto della contabilità delle acquisizioni e delle cessioni aziendali, la svalutazione dell’avviamento e di altre attività non correnti e correnti e le voci eccezionali.

Milioni di sterline Ricavi sottostanti Cambiamento organico 3 Funzionamento sottostanteprofitto/(perdita) Cambiamento organico 3
Aerospaziale Civile 4 2,168 (336) 39 1,860
difesa 1,721 266 269 72
Sistemi di alimentazione 5 1,181 (49) 41 9
Altre imprese 6 152 21 5 22
Corporate / eliminazioni 7 5 12 (47) (7)
Proseguimento delle operazioni 5,227 (86) 307 1,956
ITP Aero 4 317 (79) 7 7
Eliminazioni interse segmentato (171) 76 (23) 16
Gruppo totale 5,373 (89) 291 1,979

I ricavi sottostanti del gruppo derivanti da operazioni continue per £ 5,2 miliardi, in calo del 2%, riflettono un contributo più equilibrato delle business unit rispetto al periodo precedente. Ha incluso un trasferimento positivo dei ricavi LTSA di Civil Aerospace da 160 milioni di sterline rispetto a un trasferimento negativo dei ricavi di £ (866) milioni nella prima metà del 2020.

L’utile operativo sottostante del gruppo derivanti da operazioni continue per 307 milioni di sterline comprendeva notevoli risparmi sui costi derivanti dal programma di ristrutturazione, principalmente nel settore aerospaziale civile, e tempistiche e mix di attività favorevoli nei sistemi di difesa e alimentazione. La perdita di fondo comparativa del periodo precedente di £ (1,6)miliardi includeva £ (1,2)miliardi di oneri una t-t per lo più legati all’impatto del COVID-19 sull’aerospazio civile.

Nel settore aerospaziale civile, le nostre prestazioni operative del primo semestre hanno registrato un miglioramento complessivo con una ripresa dell’aviazione aziendale e dell’attività di volo di grandi motori nazionali insieme a notevoli benefici in termini di costi derivanti dal nostro fondamentale programma di ristrutturazione, che sta riducendo le dimensioni della nostra base di costi di circa un terzo. Le ore di volo LTSA dei grandi motori sono state il 43% del livello del 2019, in aumento rispetto al 34% dell’H2 2020; Sono state completate 92 grandi visite al negozio di motori e sono stati consegnati 100 motori di grandi dimensioni. Abbiamo già visto un ritorno ai livelli di attività di volo 2019 per i nostri motori aeronautici aziendali e per i grandi motori azionati sulle rotte di volo nazionali. Tuttavia, i viaggi internazionali si stanno riprendendo più gradualmente, ostacolati dalla variazione globale dei tassi di vaccinazione e dalle restrizioni di viaggio in corso. Stiamo continuando a mitigarlo attraverso le azioni sotto il nostro controllo.

La nostra attività di difesa continua a funzionare bene con una domanda resiliente che non è stata influenzata dal COVID-19. Le prestazioni del primo semestre hanno beneficiato di un miglioramento delle prestazioni operative che ha permesso la consegna precedente di motori di ricambio e di maggiori vendite di pezzi di ricambio, che storicamente sono stati ponderati per la seconda metà. Questo tempismo e mix favorevoli nel primo tempo dovrebbe portare a una performance più forte nel primo tempo rispetto al secondo semestre, quindi le nostre aspettative per l’intero anno per la Difesa sono invariate. Il nostro forte libro degli ordini in Difesa ci dà fiducia nelle nostre prospettive con un’assunzione di ordini di £ 1,2 miliardi nel periodo e oltre il 70% dei ricavi attesi per il 2022 coperti dal libro degli ordini.

In Power Systems,i ricavi sono stati sostanzialmente stabili nel primo semestre con un aumento dei servizi compensato da una riduzione delle consegne di apparecchiature originali (OE). Il risultato operativo ha beneficiato di un aumento dei pezzi di ricambio aftermarket a margine più elevato, in parte compensato dal basso utilizzo in fabbrica della produzione di OE. L’assunzione degli ordini è elevata del 19% a £ 1,4 miliardi (2020 H1: £ 1,2 miliardi),con un rapporto libro-bolletta di 1,2 volte, mostrando una ripresa nei nostri mercati finali guidata dalla domanda nei mercati marini, governativi e di generazione di energia. L’interesse per soluzioni a basse emissioni di carbonio sta crescendo e stiamo aumentando il nostro relativo investimento in R&D in questi prodotti. Il recupero dell’assunzione degli ordini OE dovrebbe essere realizzato come entrate nei prossimi 6-12 mesi.
Mentre ci impegni

La nostra costante attenzione alle aree sotto il nostro controllo – riduzione dei costi, liquidità e miglioramento operativo – ci ha permesso di offrire un miglioramento significativo del profitto e del flusso di cassa del primo semestre, continuando a investire in nuovi prodotti, tra cui nuove tecnologie a basse emissioni di carbonio e soluzioni per decarbonizzare i nostri mercati finali.

- Ristrutturazione: abbiamo realizzato ulteriori buoni progressi sul nostro fondamentale programma di ristrutturazione con circa 8.000 ruoli ora rimossi e prevediamo di fornire oltre £ 1 miliardo di risparmi nell’anno fiscale 2021 rispetto all’anno fiscale 2019. Questo ci tiene sulla buona strada per raggiungere il nostro obiettivo di una riduzione di almeno 9.000 ruoli e un risparmio sui tassi di gestione di oltre £ 1,3 miliardi entro la fine del 2022.

- Programma di smaltimento: il nostro programma di smaltimento, che mira a ottenere almeno 2 miliardi di sterline di proventi, sta procedendo bene. La vendita pianificata di ITP Aero sta andando avanti e continuiamo a lavorare a stretto contatto con tutti i principali stakeholder. Sebbene la cessione di Bergen Engines sia stata interrotta nel primo semestre, rimaniamo impegnati nella sua vendita e questa settimana abbiamo annunciato un nuovo accordo di cessione del valore d’impresa di 63 milioni di euro e 40 milioni di euro di cassa nel suo bilancio rimarrà al Gruppo. Prevediamo di completare lo smaltimento del business Civil Nuclear Instrumentation & Control entro la fine dell’anno.

Forte posizione di liquidità e miglioramento del free cash flow

La nostra posizione di liquidità è forte con £ 7,5 miliardi di liquidità tra cui £ 3,0 miliardi in contanti alla fine del semestre dopo aver rimborsato le banconote da prestito di € 750 milioni del 2021 e il prestito Covid Corporate Financing Facility (CCFF) da £ 300 milioni nel primo semestre. L’indebitamento netto (al lordo dei contratti di locazione) era di 3,1 miliardi di sterline alla fine del periodo. Questa settimana il Gruppo ha firmato un’estensione al 2024 dello strumento di prestito inutilizzato da 1 miliardo di sterline, di conseguenza il Gruppo non ha scadenze di debito prima del 2024 (esclusa ITP Aero).

Il deflusso di cassa gratuito di £(1,2)mld ha rappresentato un miglioramento significativo rispetto all’anno precedente di £(2,9)miliardi, che includeva un impatto negativo di £ (1,1)miliardi dalla cessazione del factoring delle fatture. Il miglioramento sottostante di 0,6 miliardi di sterline riflette buoni progressi in termini di riduzione dei costi, maggiore performance operativa e riduzione della spesa in conto capitale.

Il nostro strumento di prestito 2025 sostenuto da UKEF da 2,0 miliardi di sterline, che abbiamo ottenuto nel primo semestre, ci impedisce di dichiarare o effettuare pagamenti agli azionisti fino al 2023. Nel 2023, i pagamenti possono riprendere a condizione che siano soddisfatte determinate condizioni. Pertanto, non verrà effettuato alcun pagamento intermedio per gli azionisti per il 2021.

Le nostre priorità per l’allocazione del capitale sono ricostruire il bilancio e investire nel business per far crescere i rendimenti prima di restituire liquidità in eccesso agli azionisti. Ci sforziamo di generare valore adeguato sulle nostre cessioni e migliorare il flusso di cassa libero. Ciò ridurrà l’indebitamento netto e ci porterà verso la nostra ambizione di tornare a un profilo di credito investment grade nel medio termine.

Prospettive e orientamenti finanziari

Continuiamo a aspettarci di trasformare il free cash flow positivo durante la seconda metà di quest’anno e di ottenere un miglioramento del deflusso di cassa gratuito per l’intero anno a circa £ (2,0)miliardi (FY2020: £ (4,2)miliardi). Questo è guidato dalle nostre azioni per ridurre i costi, la continua forza nella difesa, la crescita dei sistemi di alimentazione e una graduale ripresa nel settore aerospaziale civile. La nostra guida rimane sensibile ai tempi dei deflussi delle concessioni OE sui motori widebody già consegnati, come abbiamo precedentemente evidenziato nei risultati dell’intero anno a marzo.

Guardando al futuro, siamo fiduciosi che, quando saranno abolite le restrizioni alle frontiere, il recupero dei viaggi internazionali accelererà. Il flusso di cassa gratuito di almeno £ 750 milioni (prima delle cessioni) è ancora raggiungibile in un periodo di 12 mesi in cui EFH supera l’80% dei livelli del 2019, supportato dalla nostra base di costi più bassi in Civil Aerospace che ora è un terzo più piccolo. Tuttavia, sulla base delle attuali previsioni del settore per il ritmo di ripresa dei viaggi internazionali, è probabile che ciò avvenga oltre il periodo di tempo iniziale previsto per il 2022. Siamo positivi sulle opportunità a breve termine nei sistemi di difesa e potenza e nelle nostre nuove aree di business nell’elettricità e nei piccoli reattori modulari (SMR). Rimarremo agili nella nostra risposta a fattori esterni, continuandoa realizzare la nostra ristrutturazione, ricostruendo il nostro bilancio e investendo nel nostro futuro.

Il nostro impegno netto zero e le nuove opportunità di crescita a basse emissioni di carbonio

A giugno, abbiamo annunciato il nostro percorso zero netto fissando i nostri obiettivi a breve e medio termine e mostrando come concentreremo le nostre capacità tecnologiche per svolgere un ruolo di primo piano nel consentire a elementi significativi dell’economia globale di raggiungere lo zero carbonio netto entro il 2050. A tal fine, stiamo sviluppando nuove tecnologie, consentendo un’applicazione accelerata di combustibili sostenibili e guidando miglioramenti a passo d’passo nell’efficienza dei consumi, nell’ambito dell’aviazione, della navigazione e della produzione di energia. Entro il 2030, abbiamo in programma di rendere tutti i nostri nuovi prodotti compatibili con zero netto ed entro il 2050 tutti i nostri prodotti in funzione saranno compatibili.

Oltre ad affrontare la sfida dello zero netto per le nostre attività esistenti, stiamo anche investendo in nuove opportunità e mercati, gettando le basi per una crescita futura oltre il nostro attuale portafoglio.

Siamo in prima linea nello sviluppo di sistemi di propulsione aerospaziale elettrica che stanno aprendo entusiasmanti opportunità di crescita incrementale con un significativo potenziale commerciale. All’inizio di quest’anno abbiamo annunciato un accordo con Wideroe e Tecnam per alimentare un aereo regionale elettrico entro il 2026. Stiamo testando il nostro sistema di generazione di energia da 2,5 MW per un potenziale utilizzo nella propulsione aerospaziale ibrido-elettrica. Il nostro partner per la mobilità aerea urbana, Vertical Aerospace, ha fatto un passo avanti a giugno con l’annuncio della sua quotazione negli Stati Uniti pianificata e fino a $ 4 miliardi in pre-ordini per un massimo di 1.000 aeromobili eVTOL.

Le centrali rolls-royce SMR sono state progettate per fornire energia nucleare a basso costo e a zero emissioni nette di carbonio e sono su un percorso da collegare alla rete britannica all’inizio degli anni 2030 con l’ulteriore opportunità di un notevole potenziale di esportazione. Oltre alla potenza di carico di base stabile, saranno in grado di fornire energia per la produzione netta zero di idrogeno verde e combustibili sintetici. Ci stiamo avvicinando alla seconda fase del programma, che includerà l’ingresso nel processo di licenza del Regno Unito entro la fine dell’anno, supportato da nuovi investimenti di terze parti che sbloccano finanziamenti pluriennali del governo del Regno Unito di £ 210 milioni.

Per consentire le nostre ambizioni zero nette e per guidare la crescita di nuove imprese nelle tecnologie a basse emissioni di carbonio stiamo aumentando la quota di spesa lorda per la ricerca e lo sviluppo in carbonio più basso e tecnologie zero nette al 75% entro il 2025.