Ricerca navale, alleanza italo-russa

krylov

Accordo tra fincantieri e Krylov State Research Centre

Fincantieri e il Krylov State Research Centre, tra i più prestigiosi centri di ricerca navale a livello mondiale, hanno firmato un accordo quadro con l’obiettivo di sviluppare congiuntamente nuovi progetti destinati all’innovazione tecnologica del settore. L’accordo, della durata iniziale di cinque anni, prevede che vengano avviate una serie di iniziative nei rispettivi ambiti operativi, incluse attività condivise di ricerca e sviluppo, realizzazione di prodotti di nuova generazione e la fornitura di servizi. Per Fincantieri questo accordo, oltre che per le prospettive di evoluzione tecnologica, rappresenta un risultato estremamente significativo anche sotto il profilo strategico. Infatti potrà beneficiare in molti modi diversi delle straordinarie conoscenze del Centro Krylov in campo di ricerca e progettazione di unità a elevato contenuto tecnologico e strutture offshore complesse, che contribuiranno a raggiungere l’obiettivo comune di progettare le più sofisticate navi e strutture offshore in conformità con i più elevati standard internazionali. Anche il Centro Krylov potrà trarre vantaggi importanti dallo scambio di conoscenze con Fincantieri, che metterà a disposizione dell’istituto un ingente know-how di competenze tecnologiche e produttive maturate nella costruzione di mezzi navali a elevata complessità. La cooperazione tra le aziende permetterà di voltare pagina nella storia della cantieristica specializzata e delle collaborazioni italo-russe. Il primo progetto che prevede attività congiunte relative a unità ad alto valore tecnologico sarà definito nei prossimi giorni.

Krylov State Research Centre è uno dei leader mondiali nella ricerca e progettazione di navi all’avanguardia e strutture offshore con più di 100 anni di esperienza. Gli impianti di ricerca e sperimentazione del Centro permettono la gestione delle attività di costruzione navale più impegnative legati all’idrodinamica, la forza, l’ingegneria dell’energia, l’acustica, la ricerca sulle firme fisiche, così come la consulenza e la gestione di programmi di costruzione navale per la flotta russa e le strutture offshore. Più di 12.000 modelli di navi e altre strutture sono stati testati nei laboratori del Centro Krylov, più di 20.000 strutture scafo anche a grandezza naturale sono state controllate utilizzando gli impianti di collaudo dell’istituto, più di 10 mila eliche e propulsori sono stati progettati dai suoi esperti. I progetti del Centro Krylov sono serviti come base per la costruzione di oltre 2.600 navi e altre unità, e più di 2.000 progetti di navi e strutture offshore sono stati implementati dagli ingegneri di Krylov.

Il centro Krylov continua a sviluppare competenze fondamentali di system integrator e di promotore della modernizzazione nell’industria cantieristica, attraverso una ricerca avanzata e multidisciplinare e la successiva supervisione per l’attuazione pratica della stessa. Nell’ambito della cooperazione internazionale il centro Krylov vanta un ampio coinvolgimento a livello geografico ed è impegnato nello sviluppo di progetti innovativi per strutture offshore in linea con i più elevati standard di qualità.