Recupero di materiale di interesse archeologico dei Carabinieri di Manfredonia

Manfredonia – il giorno 22 febbraio nel primo pomeriggio l’equipaggio della motovedetta  817 Costantini  militari dei Carabinieri  della Compagnia di Manfredonia, nel corso di servizi di polizia marittima hanno individuato  presso la radice del porto industriale  lungo l’argine della località   calle del porto lotto b  all’interno di un fossato della scogliera d.m., una busta di plastica di cui all’interno vi erano  tre  parti di anfore archeologiche risalente  presumibilmente ad epoca greco-romana . Le anfore sono state fotografate, repertate e messe sotto sequestro preventivo art. 321 C.P.P. dove saranno adesso custodite presso il deposito container del molo di ponente.

Il materiale rinvenuto presentano solo la parte superiore integra di collo e anse, mentre la parte inferiore sono distrutte.
Le indagini continuano per individuare i responsabili tuttora ignoti, “Il ritrovamento delle anfore – ha detto Alessandro Cerri comandante della motovedetta – fa capire l’interesse criminale sull’archeologia”.