Pulizia gas di scarico, contratto Wartsila – Ignazio Messina

JOLLYDIAMANTE

Nuovi sistemi per le prossime quattro unità Con-ro

Wartsila ha chiuso un contratto con i cantieri coreani STX per i sistemi di pulizia di gas di scarico delle quattro Con-Ro in costruzione per Ignazio Messina. L’ordine permetterà alle nuove navi della flotta Messina di essere conformi alle normative ambientali in materia attualmente in vigore e previste per il prossimo futuro. Per le unità che solcano le acque europee – ricorda il gruppo finlandese – il tenore massimo di zolfo dei combustibili utilizzati sarà limitato allo 0,5% a partire dal 2020, mentre un abbassamento del limite allo 0,1% sarà applicato dal 2015 alle navi che operano nelle “zone di controllo delle emissioni di zolfo” (SECA), che comprendono il Mare del Nord, il Mar Baltico e il Canale della Manica”. I sistemi Wärtsilä consentiranno una limitazione degli ossidi di zolfo (SOx) e delle emissioni di particolato prodotte dai motori principali, dai motori ausiliari e dalla caldaia. “Questo ordine – sottolinea  il direttore tecnico del gruppo Messina, Enrico Allieri – fa seguito ad un contratto con Hamworthy del 2010 per la fornitura di sistemi di pulizia dei gas di scarico per i motori ausiliari e caldaie per quattro nuove navi ro-ro da 45.000 tonnellate di portata lorda, la prima delle quali, la Jolly Diamante, è stata presa in consegna con successo nel 2011. L’installazione dei sistemi di pulizia dei gas di scarico di Wärtsilä per controllare le emissioni – ha aggiunto Allieri – è fondamentale per i nostri obiettivi globali in campo ambientale. Ora abbiamo un vantaggio competitivo essendo in grado di rispettare le normative relative ad un tenore di zolfo dello 0,1% mentre si consuma fuel oil residuale nei porti comunitari e siamo assolutamente pronti per i futuri requisiti globali dell’IMO e locali dell’UE. Queste norme avranno un notevole impatto sul settore”.