Prima Visita a Napoli Per L’Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e Inaugurarione della Nuova Sala Operativa

pettorino

Napoli, 28 marzo 2018 -Si è svolta  la cerimonia di inaugurazione della nuova Sala Operativa della Direzione Marittima della Campania, realizzata nell’ambito del progetto di esecuzione del Sistema integrato per il controllo del traffico marittimo  e per le emergenze in mare (Vessel Traffic Service). La cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni PETTORINO, che ha scelto proprio Napoli e la Campania per la sua prima visita istituzionale.

Nella giornata di ieri, infatti, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, ischitano d’origine, è stato ad Ischia dove ha incontrato le Autorità Locali e soprattutto gli studenti per parlare del ruolo del Corpo nella salvaguardia della vita umana in mare e nella tutela dell’ambiente marino. Un incontro particolarmente sentito, che ha visto la partecipazione anche di numerosi cittadini che hanno gremito la sala conferenze del Grand Hotel delle terme Re Ferdinando.

Nella giornata odierna, il Comandante Generale ha fatto visita alla Capitaneria di Porto di Napoli, accolto dal Direttore Marittimo, Contrammiraglio Arturo Faraone, ed ha voluto incontrare i Capi dei Compartimenti e dei Circondari marittimi della Campania per un cordiale colloquio.

Nel corso dell’incontro avuto con tutto il personale della Capitaneria di Porto partenopea, l’Ammiraglio PETTORINO ha espresso parole di vivo e sincero compiacimento per le importanti e concrete attività svolte dagli uomini e dalle donne della Direzione marittima di Napoli ed ha illustrato le linee di indirizzo del Corpo per il prossimo futuro.

A suggellare la visita istituzionale a Napoli, nella tarda mattinata di oggi si svolta quindi l’inaugurazione della nuova Sala Operativa, nel corso della quale l’Ammiraglio PETTORINO, dopo la benedizione del sacerdote, ha incontrato i giornalisti per una breve conferenza stampa.

La sala operativa, di circa 150 mq, uno strumento operativo all’avanguardia e di una struttura al servizio della cittadinanza, con altissima valenza strategica è posta al piano terra dell’edificio, sede dell’Autorità Marittima di Napoli e comprende anche “un’area di crisi” per le emergenze.

E’ dotata di moderne apparecchiature in grado di visualizzare le attività che si svolgono in porto e di seguire la navigazione delle navi da traffico e da pesca che arrivano o partono dai sorgitori campani. Svolge le funzioni istituzionali del Corpo delle Capitanerie di Porto, tra cui la ricerca e soccorso in mare, la tutela ambientale, il controllo del traffico marittimo delle unità navali commerciali e da pesca e, in considerazione delle risorse di cui dispone e della sua specifica collocazione, può costituire anche un eccellente presidio per concorrere in attività di protezione civile. La sua messa in opera è stata realizzata in forza di un contratto tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Leonardo S.p.a. (ex SELEX-ES S.p.a.), mandataria del Raggruppamento temporaneo di impresa per la “progettazione esecutiva di dettaglio dell’intero “Sistema integrato per il controllo del traffico marittimo e per le emergenze in mare (Vessel Traffic Service)”.

Infatti, a seguito della definizione dell’iter di progettazione e di approvazione degli interventi tecnici necessari, nell’ultimo triennio sono iniziati i lavori di esecuzione e di approntamento dei locali, conclusisi di recente con il compimento delle opere edilizie e tecnologiche progettate, sotto l’incessante azione di indirizzo e di impulso dell’attuale Ammiraglio Comandante  Arturo Faraone.

Quindi, definite le procedure amministrative propedeutiche, nella prima decade del mese di marzo, sono stati eseguiti i lavori di spostamento delle apparecchiature e dei sistemi di servizio nei nuovi locali appositamente allestiti.

L’inauguranda Sala Operativa del IV M.R.S.C  della Direzione Marittima della Campania, vigila su un’area di giurisdizione con 523 km di costa (dalla foce del fiume Garigliano fino a Sapri), di circa 40.000 Kmq e con vertice estremo a ben 135 km dal porto di Napoli.

Nel suo ambito, vi sono oltre a quattro Capitanerie di Porto e sette Uffici Circondariali Marittimi, numerosi Uffici minori per totale di trentadue Autorità marittime.

Si tratta, come noto, di un’area caratterizzata da un’altissima attività operativa (circa un centinaio di collegamenti navali marittimi al giorno e traffico passeggeri annuo da e per le isole del Golfo, per la Sicilia e per la Sardegna di circa sei milioni di persone a cui si aggiungono due milioni di crocieristi per il solo scalo partenopeo).

All’attualità nei porti di giurisdizione della Campania sono dislocate ben 28 Unita’ navali con diverse caratteristiche e capacità operative, 5 battelli pneumatici classe Zodiac Hurricane e 16 battelli pneumatici veloci classe Bravo impiegati prevalentemente durante l’operazione “Mare Sicuro” che il Corpo svolge ogni estate. La Sala Operativa è in grado di assolvere h24, sette giorni su sette,  tutti i compiti istituzionali del Corpo, grazie al servizio di 25 (venticinque) militari di categoria (Sottufficiali e Sottocapi), impiegati in squadre da cinque persone ciascuna, in base ad una specifica turnazione dell’orario di lavoro. E’ incardinata nel Reparto Operativo della Direzione Marittima della Campania, diretto da un Capitano di Vascello con funzioni di Capo Reparto che si avvale della collaborazione del Capo Servizio Operazioni e del Capo Sezione Operativa, oltre che del personale della pertinente segreteria.