Portopiccolo – Tempus Fugit verso la Barcolana 51

portopiccolo-tempus-fugit-on-board-1

Trieste, 9 ottobre 2019 – Ha ripreso ad allenarsi stamane – dopo i giorni “Off” concessi dagli skipper Enrico Zennaro e Ludde Ingvall in seguito alla vittoria della Portopiccolo Maxi Race e della Coppa Bernetti – l’equipaggio di Portopiccolo Tempus Fugit in vista del grande appuntamento di domenica con la Barcolana 51.

L’imbarcazione verrà trasferita nelle prossime ore a Trieste, fronte Piazza Unità, location che da domani diventerà quindi il vero e proprio headquarter del team.

“Mancano pochi giorni alla Barcolana e stiamo cercando di sfruttare ogni momento per migliorare le nostre performance ma sappiamo che non sarà facile, perchè nostri concorrenti sono forti ed agguerriti e quindi cercheremo di essere preparati per la sfida di domenica” è il commento del Presidente di Tempus Fugit Antonio Masoli.

Sulla linea di partenza della regata al timone del cento piedi ci sarà Mitja Kosmina, atleta che ha bisogno di poche presentazioni, per la prima volta sulla linea di partenza della Barcolana nel 1983 e  vincitore di quattro edizioni, ma è lui stesso – con il sorriso sulle labbra – a sottolineare che è stato “Il primo atleta a vincere la manifestazione per tre anni consecutivi”. Velista poliedrico, Kosmina ha al suo attivo un’esperienza olimpica nella classe Flying Dutchman a Barcellona 1992, mentre nell’altura ha vinto la Rimini Corfù Rimini, la Rolex Cup Giraglia ed è stato cinque volte campione nazionale sloveno di match race.

Durante la regata di domenica per Kosmina fondamentali saranno anche i dati che gli verranno riportati dal navigatore di bordo: Il triestino Andrea Visintini vanta una lunga esperienza tra Tp 52 e Maxi 72 con il quale proprio nel 2016 vinse la Barcolana a bordo di Alfa Romeo.

Fondamentale per la scelta delle vele da utilizzare in regata sarà il giudizio di Alessio Razeto, il velista e velaio ligure è tra gli atleti che vantano maggior esperienza – soprattutto in campo internazionale a bordo di maxi yacht – vincitore del Trofeo Princesa Sofia, del Trofeo Pirelli, della Baltic Cup, della Capri Rolex Sailing Week e di ben tre edizioni della Maxi Rolex Cup negli ultimi quattro anni.

Nicola Zennaro cresciuto nelle derive con buoni risultati a livello nazionale porterà la sua esperienza a bordo di Portopiccolo Tempus Fugit forte di un titolo mondiale ORC vinto nel 2013, ma è stato anche tre volte campione europeo e cinque volte campione italiano.

La regolazione della randa sarà affidata allo sloveno Tomas Copi, mentre completeranno il pozzetto i neozelandesi Chris Skinner, Logan Andersen, l’ australiano Dave Ward, l’inglese James Oxenham ed il tedesco Theo Streckenback.

Confermata a bordo anche la presenza di Andrea Trani, goriziano classe 1977 con due partecipazioni olimpiche ad Atene 2004 e Pechino 2008 e di Andrea Casale, campione iridato Melges 20, Swan 45 e J-24 e vincitore di importanti regate come la Rolex Swan Cup e la Maxi Yacht Rolex Cup.

Per i giovanissimi atleti della Società Velice Barcola Grignano Matthias Menis (classe 2001) e Nicolas Starc (classe 2000) – già membri della nazionale azzurra giovanile classe 420 – la Barcolana 50+1 sarà invece l’occasione di far parte di un team di indiscussa esperienza, un’ottima occasione di crescita umana e sportiva durante la loro prima esperienza a bordo di un super maxi e nel mondo della vela d’altura