Porti turistici, il glamour italiano piace alla Russia

IMG_1029_jpg_Thumbnail0

Assomarinas al VI MIBS di Mosca

Sulla rotta dell’internazionalizzazione della portualità turistica italiana Assomarinas ha presenziato col proprio stand collettivo al MIBS di Mosca, il Moscow Boat Show  giunto alla sua  VI edizione nei 45.000 mq. del CROCUS, il polo espositivo della capitale. Con 350 espositori in rappresentanza di  tutti i settori del comparto, la delegazione dell’Associazione Italiana dei Porti Turistici (con il presidente Roberto Perocchio, Pia Riva e Andrea Dall’Asta del porto Carlo Riva di Rapallo, Pierino Rossi di Porto Rossi di Catania) ha puntato a una promozione mirata a consolidare gli amichevoli  rapporti già in essere e a far conoscere tutte le opportunità in termini di offerta di servizi e logistica della portualità turistica del bel Paese nonché, nel corso della conferenza stampa promossa presso lo stand dall’Associazione, l’aggiornamento sulle infrastrutture in via di realizzazione.

“Il MIBS è un salone di nicchia per una clientela medio alta – commenta Pia Riva – che è in fermento con una gran voglia di vivere e con adeguate risorse economiche per scegliere l’Italia e i suoi porti turistici per la qualità dei servizi, per la garanzia della privacy, per le opportunità di shopping e per l’impareggiabile ristorazione. In questo contesto – conclude l’imprenditrice – bisognerebbe agevolare e quindi rendere possibile  nei nostri porti lo sviluppo del charter che rappresenta il punto di forza del turismo nautico così come avviene in Francia, Spagna e Croazia, nostri agguerriti concorrenti”.

Tra i punti salienti della trasferta la collaborazione avviata da Assomarinas con il porto turistico di Rostov per la promozione della regata Rostov-Yalta  che potrebbe coinvolgere i tanti race-sailors italiani mentre si è rafforzata la friendship  con la moscovita  Russian Yachting Association presieduta da  Sergej Moiseiev interlocutore privilegiato della portualità turistica italiana con gli oltre 1200 armatori associati.

Particolare interesse ha destato l’evidenziazione delle nuove strutture di Loano, Marina di Pisa, Marina Sant’Elena di Venezia abbinate al glamour riprodotto nel bellissimo filmato proposto dal porto Carlo Riva di Rapallo e dalla presentazione del progetto di ampliamento di Porto Rossi di Catania introdotto dal suo proprietario l’imprenditore Pierino Rossi il quale ha tra l’altro ricordato i 50 anni di attività della struttura soffermandosi sulle grandi potenzialità economiche e turistiche che il turismo nautico  rappresenta perla Siciliainserita com’è in tante  virtuose rotte mediterranee oggi sempre più richieste da armatori privati  e compagnie di charter.

“Quello russo è un mercato decisamente in crescita – spiega Perocchio – che ci ha impressionato per l’ottima conoscenza delle nostre coste e per le tante opportunità che queste rappresentano per il diportismo internazionale oggi agevolato da una maggiore sburocratizzazione nel rilascio di visti così come dall’incremento dei collegamenti aerei tra i nostri aeroporti e la grande Russia”.

Tesi confermata anche dall’ing. Anna Lebedeva , operatrice nel settore dei floating piers per il mercato russo che ha ricordato come i nuovi diportisti fluviali e lacustri della C.S.I. (Comunità di Stati Indipendenti) guardino con crescente interesse all’Italia per le loro escursioni nautiche nel Mediterraneo. Assomarinas è già al lavoro con nuove strategie per una più massiccia presenza al MIBS 2014 con l’ipotesi di creare un vero e proprio “arcipelago” della portualità turistica italiana  che, al centro dell’esposizione, risulterà essere un vero e proprio “polo di attrazione” per quanti vorranno dialogare con l’imprenditoria italiana dei porti e dell’immobiliare ad essi connesso.