Pietro Verna si è presentato alla stampa: «Non sono qui per rinviare»

verna-comm-di-livorno

«Sono lieto di essere qui e di poter dare il mio contributo per lo sviluppo dei porti del Sistema», sono le parole con le quale il neo commissario dell’Adsp del Mar Tirreno Settentrionale, Pietro Verna, si è presentato stamani alla stampa.

L’ammiraglio ispettore in ausiliaria ha dichiarato di volersi mettere subito a lavoro: «Non amo i rinvii – ha detto – ho avuto un determinato incarico e lo porterò avanti con la consapevolezza che se riuscirò a fare bene quello che mi compete sarebbe già tanto».

«Unicuique suum (a ciascuno il suo)», Verna fa suo uno fra i principali precetti del diritto romano, innalzando l’umiltà e la capacità di ascolto a cifra stilistica del buon governo.

Il commissario straordinario ha spiegato di aver già chiesto a tutte le direzioni della Port Authority di fargli una serie di dossier sulle sfide che lo attendono e sulle priorità di intervento: «Mi sono già fatto una prima idea delle varie problematiche e delle potenzialità degli scali portuali dell’Alto Tirreno, a cominciare da Piombino che in questi anni ha conosciuto uno sviluppo infrastrutturale senza precedenti: mi confronterò presto con i miei collaboratori per avere un primo scambio di osservazioni».

Verna ha poi parlato dell’Espo Conference, la conferenza dell’Organizzazione dei Porti Europei che si terrà a Livorno il prossimo 23 e 24 maggio: «la scelta di Espo di organizzare la sua conferenza annuale a Livorno non è casuale. Livorno è una città bellissima, con una tradizione marittima ben radicata. Dimostreremo di essere all’altezza di questo evento».

Il commissario straordinario si è insediato a Palazzo Rosciano già venerdì scorso. La prima cosa che aveva fatto nel suo primo giorno di lavoro era stata quella di incontrare tutto il personale, in una riunione convocata nella sala riunioni della sede della Port Authority.

«Avere un gruppo forte e coeso è ciò che fa la differenza nei momenti di difficoltà – aveva  detto – le risorse umane sono il più importante fattore critico per il successo di qualsiasi Ente».