PESCAVANO IN ZONA ROSSA DELL’AREA MARINA PROTETTA DI PUNTA CAMPANELLA: DENUNCIATE DUE PERSONE

vervece

Castellammare di Stabia, 16 luglio 2018 – Ennesimo colpo alla pesca di frodo inflitto dal personale della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, che agli ordini del Capitano di Fregata CASSONE Guglielmo, ha sorpreso due persone intente a pescare nella zona “A” dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella.

Nella prima mattinata di oggi, a seguito di segnalazione, la motovedetta CP 532 addetta al pattugliamento e controllo delle acque di giurisdizione del Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia, ha individuato e denunciato due pescatori sportivi intenti a pescare con un unità da diporto in prossimità dello scoglio del Vervece.

La zona di riserva integrale , di cui fa parte lo scoglio del Vervece, è tutelata dal regime normativo più restrittivo, con divieti estesi a tutte le attività che possono arrecare danno o disturbo al prezioso ambiente marino esistente (vietata anche la navigazione e la balneazione).

I militari hanno proceduto a deferire alla Competente Autorità Giudiziaria i trasgressori ponendo sotto sequestro l’attrezzatura utilizzata ed il natante.