Partnership tra Baglietto Navy e MST Group

La Spezia, 18 Ottobre 2022Baglietto Navy, divisione militare dello storico cantiere con sede a La Spezia, annuncia la partnership commerciale con MST Group, con sede a Bromborough (UK), società specializzata nel design e costruzione di unità navali militari fino 32m di lunghezza. L’accordo è stato raggiunto anche grazie alla fattiva collaborazione di METCO METALS, nella figura di Giuseppe Censabella, agente MST Group in Italia che avrà anche compito di promuovere e supportare le attività commerciali specifiche di Baglietto Navy.

La partnership tra le due società prevede lo scambio e la condivisione di competenze e tecnologie oltre che di supporto ed assistenza nelle rispettive sedi. Inoltre la joint-venture permetterà ad entrambe le società di poter partecipare a gare con enti aventi come fine la difesa italiani e/o stranieri (Capitanerie di Porto, Carabinieri, altro) per la produzione di natanti e imbarcazioni con dimensioni che non rientrano nei propri specifici core business.

Al fine di fornire la miglior assistenza possibile nella sua sede, Baglietto dedicherà un team specializzato e parte delle proprie infrastrutture con l’obiettivo di supportare MST in tutte le attività di commissioning e consegna finale delle forniture italiane.

“ Sono molto soddisfatto di questo accordo – commenta Diego Michele Deprati, CEO Baglietto, che segna uno step importante per il nostro cantiere in ambito militare e ci permette di accrescere le nostre competenze ed aprirci a molte nuove opportunità in questa area, settore nel quale storicamente il marchio Baglietto ha sempre rappresentato un punto di riferimento sin dalle sue origini”

Commenta Philip Hilbert, Direttore Commerciale MST Group: “Siamo assolutamente felici ed onorati di questa partnership con Baglietto Navy, divisione del cantiere più prestigioso e di lunga data del settore. Questo accordo consolida ulteriormente le nostre rispettive posizioni di leader nel settore e, una volta uniti, produrremo navi di prima classe per il mercato italiano”.