Palumbo, lavori a pieno ritmo nel cantiere di Ancona

529_z_97_z_anksmarina

Tre imbarcazioni sulla rampa di lancio, anticipo delle assunzioni previste dall’accordo sindacale, nuovi investimenti infrastrutturali. L’attività della Palumbo Ancona Shipyard Isa, compagine nata ufficilamente lo scorso 3 agosto con l’acquisizione da parte del Gruppo Palumbo dello storico marchio Isa Yacht di Ancona, procede senza esitazioni. Nel cantiere dorico, infatti, fervono i lavori per la realizzazione di due unità da 36,5 e 80 metri, con data di consegna a giugno-luglio 2017 e nel 2018, e di uno scafo di un superyacht da 66 metri. Non solo. Anticipando i tempi dell’accordo sottoscritto con i sindacati il cantierie ha assunto 50 dipendenti in 4 mesi mentre dal 9 gennaio è stata attivata la rotazione dei lavoratori in cassa integrazione in funzione delle esigenze tecnico-organizzative dell’azienda. Previsto anche un ulteriore investimento per la costruzione di un nuovo capannone a doppia campata necessario per ospitare contemporaneamente due imbarcazioni di dimensione superiore agli 80 metri per consolidarsi nel mercato dei mega-yacht. “Crediamo fortemente in questo nuovo asset – spiega l’amministratore unico Giuseppe Palumbo – abbiamo lavorato mesi all’acquisizione dell’azienda, convinti che un marchio storico come Isa Yachts meritasse un futuro degno della sua storia. Siamo molto soddisfatti del traguardo raggiunto perché il brand Isa è sinonimo di eccellenza a livello internazionale nel settore del lusso galleggiante e le sue maestranze sono conosciute per l’esperienza, la professionalità e la grande qualità del lavoro svolto”.