P3 Network per cinque porti italiani

p3 network

Nel servizio Medusa anche Napoli

Cinque rotte a livello globale, due delle quali tra Asia ed Europa, due tra Asia e America e una tra Europa e Stati Uniti per 27 rotazioni totali. L’alleanza P3 tra Cma Cgm, Maersk Line e Msc (255 portacontainer per 2,6 milioni di teu di capacità) annuncia i servizi che opererà a partire dalla primavera 2014, salvo approvazione dalle autorità antitrust americane, cinesi ed europee. Cinque i porti italiani che saranno scalati: Gioia Tauro, inserito nei servizi Silk (Asia-Nord Europa), Dragon e Jade  (Asia-Mediterraneo-Mar Nero) e Medusa e MedGulf (rotta transatlantica); La Spezia (Jade, Dragon, Medusa e Med Gulf); Genova (Dragon, Medusa, MedGulf); Napoli (Medusa); Trieste (Phoenix tra Asia e Mediterraneo). Maersk Line contribuirà al 42% circa della capacità dell’alleanza P3 Network assicurando 1,1 milioni di container teu. La compagnia danese immetterà nel nuovo network anche le nuove navi di classe Triple-E da 18mila teu. Il gruppo MSC contribuirà al nuovo network con una capacità di stiva di 900mila teu, pari al 34% del totale, mentre la francese CMA CGM coprirà il restante 24% con circa 600mila teu. I cinque servizi Asia-Stati Uniti dovrebbero essere coperti da navi da 4.500 –11.500 teu. Il servizio Pearl (Asia-West Usa) da 16 navi di 11.500 teu.