Ordigno bellico inesploso al molo n.12 della Stazione Marittima di Napoli

Napoli, 24 luglio 2020 – Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Napoli, segnala  con ordinanza n. TE/2020,http://www.seareporter.it/porto-di-napoli-capitaneria-di-porto-di-napoli-ordinanza-n-te2020/ VISTA la nota del 23.07.2020 della Soc. MIAR SUB, impegnata in attività di rilievi di ordigni bellici nel Porto di Napoli, con la quale viene comunicato il ritrovamento di un presunto ordigno bellico inesploso nel Porto di Napoli, e più precisamente nelle acque in prossimità del molo n. 12.

RENDE NOTO, Che nello specchio acqueo antistante la radice del Molo Angioino, lato di ponente, in prossimità del posto di ormeggio n. 12, è stato rinvenuto un presunto ordigno bellico inesploso e precisamente nel punto avente le seguenti coordinate:

Punto     LATITUDINE           LONGITUDINE

1       40°50’ 22,149” N      014° 15’ 27.058”E

ORDINA, Con decorrenza immediata e fino al brillamento dell’eventuale ordigno esplosivo innanzi menzionato, è vietata la navigazione, l’ormeggio e qualsiasi altra attività marinaresca nel tratto di mare sopra citato per una distanza di 20 metri dal punto di coordinate, come meglio evidenziato dallo stralcio di carta nautica allegato.

IL COMANDANTE
Amm. Isp. (CP) Pietro G. VELLA