Nuovo contratto di lavoro per 12.000 lavoratori portuali in Germania

Berlino, dopo molte settimane e diversi scioperi nel 10° round di contrattazione collettiva con l’Associazione Centrale delle Aziende Portuali Tedesche (ZDS), ver.di e i dipendenti dei porti marittimi in Germania hanno raggiunto un risultato di contrattazione collettiva per i circa 12.000 dipendenti nei porti del Mare del Nord. Prevede aumenti significativi della remunerazione e compensa anche il tasso di aumento dei prezzi. “Questo è un ottimo risultato. Il nostro obiettivo più importante era una reale compensazione dell’inflazione in modo che i dipendenti non fossero lasciati soli con le conseguenze dell’aumento galoppante dei prezzi. Ci siamo riusciti”, ha detto la negoziatrice Maya Schwiegershausen-Güth dopo il round di contrattazione collettiva.

Nel dettaglio, il risultato della contrattazione collettiva prevede le seguenti norme: Dal 1° luglio 2022, le commissioni nelle società contenitori integrali del gruppo salariale corner 6 (comprensive di pagamento speciale e somma forfettaria) aumenteranno del 9,4 per cento; nelle operazioni portuali convenzionali e di carico generale, aumentano del 7,9% nello stesso gruppo salariale di riferimento (compresi i pagamenti speciali e la somma forfettaria). Dal 1° giugno 2023, le commissioni in ciascuna di queste modalità operative aumenteranno di un ulteriore 4,4%. Se il tasso di aumento dei prezzi è più alto, entra in vigore una clausola di inflazione che compensa un tasso di aumento dei prezzi fino al 5,5 per cento. In caso di un tasso di inflazione più elevato, le parti della contrattazione collettiva hanno concordato un obbligo di negoziazione, compreso un diritto speciale di risoluzione. In caso contrario, il contratto collettivo ha una durata di due anni, termina il 31 maggio 2024. Quest’anno, questo è il miglior risultato tariffario in Germania che sia mai stato raggiunto in qualsiasi settore.

La Commissione federale delle tariffe ver.di ha già emesso una raccomandazione di risoluzione per il risultato. ver.di avvierà ora un processo di discussione con i membri delle aziende; Il 5 settembre 2022 la Commissione federale delle tariffe ver.di prenderà quindi una decisione definitiva sul risultato tariffario.