Sindacati: “Preservare il ruolo delle Autorità portuali”

SEDE ap napoli

Appello contro le conseguenze negative di una pronuncia dle Tar Lazio

Preoccupa la recente sentenza del Tar del Lazio che definisce le Autorità portuali “amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato delle pubbliche amministrazioni”. Secondo Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti il pronunciamento, modificando l’impianto e i contenuti della legge 84/94, modifica il ruolo degli enti portuali riducendone funzioni e operatività. Ma soprattutto cambia il rapporto di lavoro “che per tutti i dipendenti delle Autorità da privato diventa pubblico”.

Secondo le tre sigle sindacali di categoria “è sempre più urgente e non rinviabile, fermo restando il ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar Lazio, un provvedimento legislativo che chiarisca il ruolo delle AP. Senza un intervento del Governo e del Parlamento in tal senso – sostengono – si determinerebbe un danno ai lavoratori, un irrigidimento delle funzioni e degli scopi delle AP con le conseguenti ricadute sull’operatività del porto, senza nessun beneficio economico per lo Stato ma piuttosto con un concreto rischio che i porti siano meno efficienti nel sistema dei trasporti delle merci del nostro Paese”.