Navis n4, Gioia Tauro completa l’aggiornamento del sistema informativo

Gioia Tauro000

Medcenter Container Terminal (MCT), il mega porto del gruppo Contship Italia a Gioia Tauro completa con successo l’aggiornamento del sistema operativo del terminal.  Dopo la prima nave, operata nel Settembre del 1995, il principale Sistema informativo del terminal è evoluto per gestire le esigenze di un business in continua crescita. Tuttavia, in quasi 20 anni di attività, il terminal, il management e i clienti non hanno mai dovuto programmare uno stop completo delle operazioni per completare la migrazione verso un sistema operativo di ultima generazione. Tutto ciò ha avuto luogo tra le 13:00 e le 19:00 di giovedì 12 Giugno, un giorno che resterà come pietra miliare nella storia della società. Tutte le attività operative sono state sospese per trasferire i dati dal sistema attuale verso la suite NAVIS N4. La migrazione di per sé ha richiesto poche ore, con una verifica del corretto trasferimento poco prima di riprendere le operazioni, alle ore 19:00, con le prime tre gru seguite da altre tre. A partire dal 13 giugno alle ore 01:00, MCT era pronta a riprender il suo ‘normale’ servizio. Carmine Crudo, General Manager, le cui responsabilità includono il servizio IT, ha così commentato: “tutto il business si basa su sistemi IT moderni ed efficienti e noi non siamo da meno. Considerate le dimensioni del progetto, si poteva mettere in conto qualche intoppo, qualcosa che non funzionasse. Nel nostro caso, grazie alla pianificazione dettagliata, all’addestramento e all’esperienza delle persone coinvolte, la migrazione è stata un successo totale, nel pieno rispetto dei tempi e del budget. Ora siamo pronti a raccogliere i frutti del programma di addestramento anche se gli utilizzatori hanno bisogno di familiarizzare con il nuovo sistema, e ci aspettiamo un impatto nei primi giorni per recuperare il lavoro arretrato. Sono certo che la sfida sarà superata e che le abilità dei nostri uomini consentiranno di massimizzare i benefici del nuovo sistema a favore dei nostri clienti. Desidero ringraziare tutte le persone coinvolte nel progetto per la dedizione e l’impegno che hanno consentito di trasformare questo passaggio in un successo, nello specifico tutti i colleghi del Servizio IT di MCT e tutti gli operativi insieme ai nostri partner DSP e gruppo NAVIS. Il servizio IT resterà attento, affiancato dal una squadra di supporto dei partner tecnologici che per un certo periodo rimarrà a Gioia Tauro in caso di difficoltà. Grazie a tutti loro per l’ottimo lavoro svolto”.  Domenico Bagalà, Amministratore Delegato, ha aggiunto “implementare questo tipo di tecnologia alle infrastrutture già esistenti potrà servire per far crescere un prodotto come il nostro ritenuto già di livello eccellente da parte dei nostri clienti. Questo investimento assicurerà al terminal MCT la possibilità di essere pronto per rispondere alle esigenze su larga scala dell’attività di hub di transhipment. L’aggiornamento del programma ha avuto luogo mentre in piazzale erano presenti 47.000 TEU e con un certo numero di navi in fase di completando delle operazioni di banchina ed altre pronte per essere ormeggiate e operate con la ripresa dell’attività. Un rallentamento sulle operazioni di banchina è stato inevitabile alla ripresa. Ringraziamo i nostri clienti per la loro comprensione. È stata un’impresa enorme e abbiamo dovuto gestire alcune operazioni sia con il vecchio che con il nuovo sistema al fine di andare incontro alle esigenze del cliente”.