Nautica, semplificata la vendita all’estero

nautica

Semplificazione per la vendita delle unità da diporto a cittadini esteri. Con la circolare del del 24 aprile 2013 emanata nei giorni scorsi su indicazione di Mario Ciaccia – vice ministro uscente alle Infrastrutture e Trasporti – si chiarisce l’ambito di applicazione della Legge 25 marzo 2010 n.40. In particolare  è stabilita l’eliminazione del nulla osta dell’Agenzia delle Entrate per la vendita di un’imbarcazione a un cittadino straniero che volesse legittimamente iscriverla nel registro del proprio Paese. Una procedura che poteva richiedere anche alcuni mesi e che per Ucina e Assilea (Associazione italiana leasing) aveva paralizzato parte del mercato dell’usato delle imbarcazioni, “oltre a non portare nessun valore aggiunto in termini di controlli fiscali stante l’indicazione nei registri sia del venditore sia del compratore”. Il nulla osta per la cancellazione dai registri nasceva per tutelare i marittimi imbarcati ed era previsto che fosse rilasciato dall’INAIL/IPSEMA. L’estensione operata dalla legge 40/2010 anche all’Agenzia delle Entrate – che doveva dare l’ok per la vendita – l’aveva fatto applicare per ogni passaggio di proprietà, anche di unità prive di equipaggio e anche per le un’unità da diporto.