Nasce Triton ETS, l’associazione concreta per la tutela del Mediterraneo

In sinergia con i bandi LIFE della Comunità Europea dedicati alla salvaguardia delle specie animali che abitano il mare nostrum, svilupperà eventi ed iniziative.

Roma, 15 luglio 2022 – Prende avvio Triton ETS, la nuova associazione italiana per la tutela del mare Mediterraneo, della biodiversità e del patrimonio naturalistico, costiero e marino italiano. Perché a volte basta pochissimo: un impegno per #1unaplasticainmeno, il semplice gesto di ognuno di noi nel raccogliere e fotografare un pezzo di plastica raccolto dalla battigia o in mare.

Fortemente voluta da una giovane famiglia orientata ad una visione millennial di sviluppo, TRITON vuole infatti dedicarsi ad una visione concreta di sostenibilità e divulgazione proiettando gli associati ad azioni dirette sul campo, dalle più piccole alle più grandi.

Teatro del suo debutto sarà lo Yacht club di Porto Rotondo, che il 23 luglio ospiterà un charity dinner, sotto l’ala protettrice di Angelo Mojetta, atto a raccogliere fondi per la promozione dei tanti progetti in fase di sviluppo.

“La nostra è un’associazione senza fini di lucro, nata dall’amore e dalla passione per il mare della mia famiglia, con l’intento di lavorare attivamente allo studio, alla protezione e alla salvaguardia nel lungo periodo di questa risorsa incomparabile” commenta Raffaele Grandi, Direttore Generale della neonata associazione. “Per noi è soprattutto importante fare crescere la consapevolezza che ognuno di noi ha dell’ecosistema marino, dei rischi e delle minacce e delle possibili piccole e grandi azioni che ciascuno di noi può mettere in atto o contribuire a farlo, per il nostro Mediterraneo, le sue coste e la sua flora e la sua fauna”.

Sei le azioni da programma: sensibilizzare, promuovere interventi di tutela e conservazione, produrre contenuti divulgativi e informativi, organizzare attività sul territorio, partecipare a progetti di ricerca e infine formare giovani e meno giovani.

In parallelo all’Associazione, corrono le tre iniziative “LIFE”, sostenute dalla Comunità Europea, che hanno visto Triton Research aggiudicarsi per i prossimi quattro anni gli ambiziosi e pionieristici progetti di Conceptu Maris, per la tutela di cetacei e tartarughe; Pinna per la salvaguardia di Pinna Nobilis, mollusco bivalve sempre più a rischio e A-MAR Natura 2000 per le coste italiane, che porteranno a molte iniziative di divulgazione.

Ognuna di queste, nella fase finale della ricerca, darà vita a 3 documentari originali, che seguiranno la scia aperta dal cortometraggio introduttivo, intitolato “Una Balena in una conchiglia”, che verrà presentato nella serata inaugurale: il mare come emozione che riporta alla vita vera e alla bellezza della natura, attraverso il racconto di una bambina troppo risucchiata dalle nuove tecnologie per vivere il mondo attorno a lei, che attraverso l’incontro con uno scrittore e la sua storia di una conchiglia e di un nuotatore d’eccezione, Umberto Pellizzari, si immerge nella meraviglie della vita vera che il mare offre recuperano la tridimensionalità e il senso, pieno e magnifico, della vita.

Il cortometraggio, prodotto con il Santuario dei cetacei Pelagos, è candidato a vari festival del cinema.