Napoli, Masucci nel Comitato di Gestione

umberto-masucci-g-220x286-192x250

Mancano ancora i rappresentanti della Regione e del Comune di Salerno

Luigi de Magistris ha nominato Umberto Masucci come componente designato della Città Metropolitana di Napoli in seno al Comitato di Gestione dell’AdSP del Mar Tirreno Centrale. Masucci, napoletano, classe 1948, si aggiunge nella composizione del nuovo organismo previsto dalla riforma portuale al contrammiraglio Arturo Faraone, comandante della Capitaneria di porto di Napoli. Composto da 5 membri il Comitato di Gestione sarà completato dal presidente dell’AdSP, Pietro Spirito, e dai rappresentanti nominati dalla Regione Campania e dal Comune di Salerno. Con durata quadriennale l’organo, in sostituzione dei vecchi Comitati portuali, ha funzioni di attrazione degli investimenti sui diversi scali e di raccordo delle amministrazioni pubbliche. Masucci, laureato in giurisprudenza, ha ricoperto ruoli nell’Associazione Armatori Meridionali, UNCTAD, flotta Lauro, Libera Navigazione del Tirreno, Scafi Spa. Mancano, a questo punto, gli ultimi due tasselli necessari per attivare ufficialmente la governance del sistema portuale campano. Il Comitato di Gestione, una volta insediato, nominerà infatti il segretario generale. Tra i papabili agli ultimi due posti disponibili, Fulvio Bonavitacola, in rappresentanza della Regione, e Nino Criscuolo per il comune di Salerno.