Napoli, collegamenti marittimi. Vetrella: “irregolare la sospensiva sugli abbonamenti”

caremar

Sanzioni alle compagnie. Nuovo rinvio (29 luglio) per Caremar

La politica tariffaria della Regione Campania in merito ai collegamenti marittimi non prevede alcuna sospensiva nel rilascio degli abbonamenti ai residenti nei mesi di giugno, luglio e agosto. Lo ribadisce l’assessore Sergio Vetrella che sottolinea: “ogni comportamento in tal senso da parte di qualsivoglia operatore, costituisce violazione degli obblighi contrattuali nonchè dei diritti dei cittadini”. Nasce da qui l’azione ispettiva dell’assessorato nei confronti delle compagnie di navigazione che effettuano collegamenti nel Golfo di Napoli condotta in questi giorni. L’iniziativa, generata da numerose segnalazioni da parte degli utenti, ha portato gli uffici competenti a contestare l’irregolarità e ad avviare il relativo procedimento sanzionatorio. In caso di “ulteriori e reiterati rifiuti nel rilascio degli abbonamenti presso le biglietterie” lo stesso Vetrella invita i passeggeri “a chiedere una comunicazione scritta delle motivazioni di tale rifiuto e, in caso di opposizione, a rivolgersi alle forze dell’ordine per verbalizzare quanto accade”.

Slitta, intanto, la chiusura della procedura di privatizzazione della Caremar. Dopo due rinvii la commissione che si occupa del delicato iter di riunirà il prossimo 29 luglio. Sciolte le ultime riserve  in merito alle garanzie fideiussorie presentate dai partecipanti alla gara è stata stilata la graduatoria provvisoria in cui risulta come miglior offerta quella dell’RTI Snav-Rifim. Ammissione con riserva per Alilauro Gruson (in attesa di regolarizzazione di un documento di cui risulta necessario acquisire l’originale) mentre arriva al capolinea la corsa di TTLines “in quanto non ha prodotto le garanzie”. RTI Snav Rifim (Aponte – D’Abundo) potrebbe aggiudicarsi la compagnia per 2 milioni di differenza con il primo concorrente e 4 con il secondo.