Murale a Ugo Russo: il tar dice si alla cancellazione

Borrelli,  si è aspettato troppo tempo adesso ci aspettiamo che rapidamente venga cancellato l’omaggio al baby rapinatore. 
Napoli, 31 agosto 2021 - È incredibile che si sia dovuto aspettare tutto questo tempo e un giudizio del Tar per avviare la procedura per la cancellazione del murale dedicato ai Quartieri Spagnoli al baby rapinatore Ugo Russo.
Addirittura vengono famiglie mafiose da altre regioni per incontrarsi con altri criminali sotto a quello che viene considerato uno degli omaggi più importanti alla delinquenza locale. Uno sconcio insopportabile che tra ricorsi e manifestazioni rappresenta una offesa indelebile ai napoletani onesti, alle vittime della criminalità, ai cittadini onesti.
Adesso ci aspettiamo che rapidamente venga cancellato l’omaggio al baby rapinatore. La famiglia potrà ricordare il ragazzo in privato e nella propria abitazione non di certo imporre al quartiere e alla città un modello di vita sbagliato e criminale finito purtroppo in modo tragico.
Gli omaggi vanno fatti agli eroi napoletani e alle vittime della criminalità non a questi soggetti” dichiara il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che da sempre si batte contro gli altarini e murales dedicati a criminali e camorristi.