Msc Crociere avvia la costruzione di Msc Euribia

Seconda Nave a Gnl al Top per Tecnologie Ambientali
MSC Euribia prende il nome dall’antica Dea greca della padronanza dei mari
La cerimonia del taglio della prima lamiera segna il prossimo passo nel percorso di MSC Crociere verso attività a impatto zero

Saint Nazaire (Francia), 28 giugno 2021 – Oggi presso i Chantiers de l’Atlantique di Saint Nazaire, in Francia, è iniziata la costruzione di MSC Euribia, 22esima nave della flotta MSC Crociere che entrerà in servizio a giugno del 2023. La nuova nave – il cui nome è stato svelato oggi proprio durante la tradizionale cerimonia del taglio della lamiera – sarà l’unità di MSC Crociere più avanzata dal punto di vista ambientale, nonché la seconda della flotta ad essere alimentata a gas naturale liquefatto (GNL), il carburante fossile più pulito al mondo.

La cerimonia di oggi, che ha coinvolto sia l’armatore che il cantiere, come vuole la tradizione marittima, ha visto l’Executive Chairman di MSC Cruises, Pierfrancesco Vago, insieme al direttore generale di Chantiers de l’Atlantique, Laurent Castaing, dare avvio al taglio della lamiera della nuova nave, facendo compiere a MSC Crociere un ulteriore passo nel suo viaggio verso le operazioni a impatto zero.

“Proprio come l’antica Dea greca che imbrigliava i venti, il tempo e le costellazioni per dominare i mari, MSC Euribia padroneggerà l’impiego di tecnologie sostenibili per proteggere e preservare il nostro prezioso ecosistema marino. Questa nave segna una nuova pietra miliare nel nostro viaggio verso le operazioni a impatto zero e testimonia il nostro impegno a promuovere e sviluppare tecnologie ambientali sempre più avanzate” ha dichiarato Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises. “La nostra famiglia ha una tradizione marinara di oltre 300 anni e per questa ragione cerchiamo sempre di proteggere l’ambiente per salvaguardare il nostro stile di vita e proteggere il pianeta per le generazioni future. Insieme alla nostra prima nave alimentata a GNL già in costruzione, MSC Euribia ridurrà ulteriormente le emissioni utilizzando la più recente tecnologia disponibile. Sarà una delle navi più performanti al mondo dal punto di vista ambientale”.

Il GNL è di gran lunga il combustibile marino più pulito attualmente disponibile su larga scala ed è in grado di eliminare quasi completamente le emissioni inquinanti locali come gli ossidi di zolfo (99%), gli ossidi di azoto (85%) e le particelle.

In termini di emissioni a impatto globale, il GNL gioca un ruolo chiave nella mitigazione del cambiamento climatico e i propulsori di MSC Euribia hanno il potenziale per ridurre le emissioni di CO2 fino al 25% rispetto a quelli alimentati con carburanti standard. Inoltre, con la futura disponibilità di forme bio e sintetiche di GNL, questa fonte di energia consentirà un percorso verso ulteriori possibili operazioni di decarbonizzazione.

Il GNL è anche la chiave per lo sviluppo di soluzioni di fuel cell per la navigazione, dato che queste tecnologie non possono funzionare tramite combustibili tradizionali. MSC Crociere, Chantiers de l’Atlantique e un consorzio di aziende leader nel campo dell’energia e della tecnologia stanno lavorando allo sviluppo di una tecnologia sperimentale di fuel cell a ossido solido alimentate a GNL per navi da crociera che, grazie ad una maggiore efficienza, potrebbe comportare un’ulteriore significativa riduzione delle emissioni di gas serra.

MSC Crociere si impegna affinché le prossime tre navi siano alimentate a GNL, per un investimento totale di oltre 3 miliardi di euro. La prima di queste, MSC World Europa è attualmente in costruzione a Saint Nazaire ed è previsto che entrerà in servizio nell’ottobre 2022. La costruzione della terza nave a GNL partirà all’inizio del 2023.

Tecnologie ambientali su MSC Euribia:

Motori e carburanti:

  • 4 motori Wärtsilä (12V e 16V) a doppio carburante generalmente funzionanti a gas naturale liquefatto (GNL), occasionalmente a gasolio marino allo 0,1% di zolfo (MGO) affinché la nave non richieda sistemi di pulizia dei gas di scarico

 Emissioni nell’aria:

  • Sistema di riduzione catalitica selettiva che riduce le emissioni di NOx fino al 90% quando la nave funziona con MGO (il GNL offre una simile riduzione di NOx) – MSC Euribia soddisferà gli standard Tier III dell’IMO indipendentemente dal carburante che utilizza
  • Connettività elettrica terra-nave, che permette alla nave di spegnere i motori e connettersi alle reti elettriche locali nei porti in cui questa infrastruttura è disponibile

 Trattamento delle acque:

  • Sistema avanzato di trattamento delle acque reflue conforme alla risoluzione MEPC 227(64) dell’Organizzazione marittima internazionale agli standard più rigorosi del mondo, il cosiddetto “Standard Baltico”
  • Sistema avanzato di trattamento dell’acqua di zavorra che impedirà l’introduzione di specie invasive nell’ambiente marino attraverso gli scarichi, rispettando la Convenzione sulla gestione dell’acqua di zavorra dell’Organizzazione marittima internazionale

 Proteggere la vita marina:

  • Sistema di gestione del rumore subacqueo irradiato, con progettazione dello scafo e della sala macchine che minimizzano l’impatto acustico e di conseguenza i potenziali effetti sulla fauna marina, in particolare sui mammiferi marini nelle acque circostanti.

Efficienza energetica:

  • Tutte le nuove realizzazioni di MSC Crociere incorporano una vasta gamma di attrezzature ad alta efficienza energetica che aiutano a ridurre e ottimizzare l’uso del motore. Tra queste una ventilazione intelligente e sistemi avanzati di condizionamento dell’aria con cicli di recupero energetico automatizzati che ridistribuiscono l’aria calda e quella fredda per ridurre la domanda. Le navi utilizzano un’illuminazione a LED controllata da sistemi di gestione intelligente per migliorare ulteriormente il profilo di risparmio energetico. In collaborazione con il cantiere navale, MSC Euribia sarà dotata di sistemi automatici di raccolta dati per il monitoraggio energetico a distanza e l’analisi avanzata, consentendo un supporto in tempo reale a terra per ottimizzare l’efficienza operativa a bordo.