Monte di Procida, si allo sbarco del pescato

monteprocida

Via libera allo sbarco del pescato nel porto di Monte di Procida. È quanto emerge al termine di una riunione tra l’assessorato ai Trasporti della Regione Campania, i dirigenti e funzionari del Demanio marittimo, il vicesindaco del Comune di Monte di Procida Rocco Assante, il comandante dell’Ufficio Locale Marittimo di Baia e Pozzuoli Antonio Visone, il responsabile dell’unità ispettiva dell’Asl Napoli 2 Nord ed i rappresentanti di Assomitili, Consorzio di Gestione del Pescato Campano (Co.ge.pe.ca.) e Federcoopesca sul problema dei punti di sbarco del pescato interdetto dallo scorso febbraio dall’Asl di competenza. Si è stabilito che i lavori richiesti per riaprire l’attività nell’area dello scalo saranno realizzati a carico delle associazioni di categoria presenti all’incontro. Verificata la realizzazione dei lavori, il punto sarà quindi riammesso ad ospitare gli sbarchi del pescato con orario dalle 2 alle 5,30, salvo verifiche di compatibilità con le esigenza del trasporto passeggeri. Prendendo atto delle richieste delle associazioni di categoria, infine, l’assessore Vetrella ha stabilito di indire una nuova riunione per discutere delle problematiche di tutti i punti di sbarco del pescato presenti sull’intero territorio regionale, al fine di aggiornarli e migliorarli in base alle reali esigenze, trattando tra l’altro l’importante problema delle concessioni demaniali.