Marocco, un nuovo porto a Safi

safi

Il Marocco costruirà un nuovo porto sulla costa atlantica. Lo scalo, i cui lavori sono stati avviati dal re Mohammed VI la scorsa settimana, prevede un terminal carbone e un hub per i fosfati a circa 15 chilometri dall’attuale porto di Safi. Tre le fasi in cui sarà attuato il progetto. Nella prima, per un costo di 470 milioni di dollari, è prevista l’attivazione del terminal carbone entro il 2017, a supporto di una nuova centrale elettrica (movimentazione prevista 3,5 milioni di tonnellate). Successivamente si provvederà al trasferimento dell’hub fosfati dal vecchio porto, con sei banchine dedicate per la gestione di rinfuse liquide, zolfo, fosfati e fertilizzanti, con una capacità di 14 milioni di tonnellate. L’infrastruttura supporterà un impianto del gruppo OCP che investirà sulle banchine circa 352 milioni di dollari. Infine, nel vecchio porto di Safi saranno concentrate attività crocieristiche e commerciali.