Mare Sicuro 2014, tempo di bilanci

2

Bilancio finale per l’operazione della Guardia Costiera Mare Sicuro, durata dal 23 giugno al 7 settembre. Lungo gli oltre 500 km di costa regionale la Direzione Marittima della Campania ed in particolare dei Compartimenti di Napoli, Castellammare di Stabia e Torre del Greco, hanno operato con 20 motovedette e 16 battelli veloci per pattugliare le acque dei litorali della regione, ed impiegato oltre 100 uomini, in media, al giorno per espletare i controlli a terra e a mare al fine di garantire il regolare e sicuro svolgimento delle molteplici attività marittime. Nel corso dell’ operazione sono stati assicurati serrati controlli per assicurare il rispetto delle norme da parte dei gestori degli stabilimenti balneari in attività; scoraggiare la pessima e pericolosissima abitudine della navigazione in zone ordinariamente destinate alla balneazione; assicurare il rispetto delle norme in materia di sicurezza della navigazione a bordo dei traghetti, aliscafi e degli altri mezzi veloci adibiti al trasporto di passeggeri. Notevoli i numeri: 6.501 controlli sul pubblico demanio marittimo e a difesa dell’ambiente marino e costiero, 1.240 nella filiera della pesca, 4.542 in materia di diporto e traffico marittimo (3.580 ad unità da diproto). “Al riguardo  - spiega la Capitaneria – si evidenzia che seppur siano aumentati in modo marcato i controlli effettuati a vario titolo durante il periodo in questione (un totale di 21.569 controlli, incrementando del 32% rispetto all’analoga operazione condotta nel 2013) si è assistito ad una diminuzione degli illeciti accertati (-21% illeciti penali per un totale di 138;  -38%  illeciti amministrativi per un totale di 940), a conferma che il maggior presidio del territorio e delle acque è il miglior deterrente all’uso improprio dello stesso”. A seguito dei controlli sono stati rilasciati 769 “BOLLINI BLU” ad altrettante unità che al momento del controllo effettuato sono risultate essere in regola relativamente a documenti di bordo e dotazioni di sicurezza consentendo dunque controlli più snelli nel caso in cui l’unità fosse stata sottoposta a verifiche successive; 643 invece i verbali di contestazione di illeciti amministrativi e 114 notizie di reato a carico di altrettanti soggetti per un totale di  circa 155mila euro. Relativamente al soccorso in mare sono state effettuate 105 operazioni di soccorso per un totale di 623 persone soccorse. Per quanto riguarda le Aree Marine Protette, sono state siglate apposite convenzioni che hanno consentito l’implementazione delle attività di monitoraggio e controllo nelle aree stesse da parte dei mezzi del Corpo.