Marciano (PD): “Proposta di legge per i Marina Resort in Campania”

Marina-di-Stabia

Un intervento a “costo zero” per l’istituzione in Campania dei Marina Resort. È quanto prevede la proposta di legge regionale presentata da Nicola Marciano, vice capogruppo del Pd a Palazzo S. Lucia. “I Marina Resort – ricorda Marciano –  già presenti nella normativa regionale di Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria, saranno equiparati alle strutture turistiche ricettive anche dal punto di vista dell’Iva, consentendo l’applicazione della stessa al 10%.  L’attuale aliquota Iva al 22%, infatti, genera un divario competitivo sfavorevole con i Paesi concorrenti del Mediterraneo”.
L’istituzione delle nuove strutture turistiche, in particolare, rende necessaria la modifica della legislazione regionale in materia turistica, introducendo nella Legge del 26 marzo 1993 n.13 la figura del Marina Resort tra le aziende ricettive all’aria aperta. Da qui “l’obbligo di disciplinare e individuare i servizi offerti, al fine di classificare la categoria della struttura tramite stelle, come accade per campeggi, villaggi turistici, alberghi e altre strutture ricettive turistiche”.
L’iniziativa, sulla scorta di un riconoscimento previsto già dal decreto Sblocca Italia e confermato nella Legge di Stabilità del 2015, mira al rilancio dell’offerta di servizi tecnico-nautici.   “L’introduzione di questi nuovi Marina Resort in Campania renderà la nostra regione e i suoi porti turistici regionali maggiormente attrattivi e competitivi, favorendo il turismo stanziale dei diportisti e generando quindi positive ricadute sul tessuto economico campano e sul relativo indotto. Inoltre, rappresenta un’ulteriore opportunità di business e un volano per lo sviluppo, con la creazione di nuovi di posti di lavoro”.