Manfredonia, sequestro di uno stabilimento balneare

Nei giorni scorsi è stata effettuata un’operazione congiunta tra il nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto di Manfredonia e  la Stazione Carabinieri di Mattinata, messa a disposizione dalla locale Compagnia di Manfredonia, volta al contrasto degli abusi sul pubblico demanio marittimo.  Durante tale intervento, i militari operanti hanno provveduto al sequestro di uno stabilimento balneare in attività, in località Mattinata, sprovvisto delle previste autorizzazioni demaniali marittime, insediatosi su un tratto di spiaggia libera, sottratta, quindi, alla libera fruizione dei bagnanti. In particolare è stata sottoposta a sequestro un’area demaniale di circa 500 metri quadri,  con opere annesse, consistenti in due chioschi di cui uno adibito a bar ed uno a spogliatoio, 50 ombrelloni,100 lettini sdraio ed un gazebo in ferro con sottostante pedana in legno. Nel corso della citata operazione gli uomini della guardia costiera sipontina ed i carabinieri hanno provveduto ad identificare l’occupatore  “sine titulo” che è stato prontamente deferito alla competente Autorità Giudiziaria ai sensi degli artt. 54 e 1161 del Codice della Navigazione. La maggior parte del materiale è stato poi rimosso per dare la possibilità ai cittadini di usufruire liberamente della spiaggia ivi presente.