L’ECSA e l’ETF accolgono la decisione dell’OMS di dare priorità alla vaccinazione del personale marittimo

Il 16 luglio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato l’aggiornamento delle linee guida per la roadmap vaccinale dell’organizzazione al fine di fornire un quadro per le priorità generali del programma, elencando i marittimi imbarcati sulle navi da carico come un key group a cui dovrebbe essere data priorità in caso di forniture limitate di vaccini.

L’IMO (Organizzazione marittima internazionale) – che aveva ripetutamente sostenuto un’equa distribuzione globale dei vaccini per includere i marittimi – ha elogiato le raccomandazioni dell’OMS.

ECSA ed ETF accolgono con favore la guida aggiornata dell’OMS, in linea con i loro precedenti appelli per l’accesso prioritario dei marittimi alla vaccinazione e lodano le iniziative già in atto in un certo numero di paesi europei.

Tuttavia, occorre fare di più e l’ECSA e l’ETF stanno esortando i restanti Stati membri dell’UE a seguire l’esempio.

I marittimi di tutto il mondo stanno ancora affrontando severe restrizioni che stanno costringendo molti di loro a rimanere bloccati in mare, rischiando seri problemi al loro benessere fisico e mentale che potrebbero ostacolare le operazioni delle navi.

Le catene di approvvigionamento marittime globali forniscono al mondo il 90% di tutto ciò che consumiamo, nonché le attrezzature mediche, i dispositivi di protezione individuale, i medicinali e le vaccinazioni necessari per combattere il Covid19.