Lauro e Google, il Golfo diventa smart

20090110 - NAPOLI - ECOTRASPORTI:NAPOLI;SERRATA ARMATORI,DISAGI TURISTI E RESIDENTI   Biglietterie chiuse e ormeggi deserti. E' questo le scenario che questa mattina, al porto di Napoli, ha accolto i passeggeri diretti nelle isole del golfo.  L'Associazione cabotaggio armatori partenopei (Acap) ha proclamato, a partire da oggi, uno sciopero ad oltranza per ottenere il provvedimento di proroga degli sgravi contributivi nel 2009.

Pianificare un viaggio da e per il Golfo di Napoli tramite il proprio smartphone. Da oggi è possibile utilizzando il servizio di google transit, per effetto dell’accordo di partenariato siglato tra il Gruppo Lauro e il colosso di  Mountain View. Tutti i dati di partenza e arrivo dei mezzi veloci Alilauro impegnati nel Golfo, eventuali variazioni di tempi e le rotte a portata di click. “I vantaggi, che la collaborazione Lauro-Google – sottolinea l’a compagnia campana – genera ai cittadini/turisti, vanno,  dalla più ampia  disponibilità di informazioni utili ad un viaggiatore, all’accessibilità da qualsiasi smartphone o tablet, alla pianificazione semplificata senza la necessità di leggere l’intera tabella oraria, alla possibilità di visionare attraverso street view i luoghi di imbarco e sbarco ed a quella di effettuare  l’acquisto  del titolo di viaggio direttamente dal booking della compagnia, il tutto  gratuitamente ed in oltre 40 lingue”. L’iniziativa, dopo l’installazione di totem informativi presso la stazione marittima, il molo Beverello di Napoli e il porto di Ischia, da dove è possibile acquistare i titolo di viaggio e verificare in tempo reale la posizione delle unità in relazione alla corsa, si inserisce nella strategia volta a creare “un sistema di automatismi tale,   da fornire, sempre, ai fruitori dei propri servizi di comunicazione, un dato certo e preciso,  seguendo il concetto di “open data”, dando tra l’altro la possibilità a sistemi esterni di agganciarsi creando vere e proprie  reti d’impresa nell’interesse concreto del cittadino-turista, che si concretizza poi,  in un profitto  aziendale”.