La Spezia, una nuova area per il refitting nautico

la-spezia2-350x232

Il Comune acquista area militare dismessa

Un’attività di refitting sorgerà a La Spezia sull’area de “le Casermette”, il compendio militare denominato “ex fusione tritolo” in località Pagliari. La superficie, abbandonata fin dal dopoguerra, è destinata dal PUC (Piano Urbanistico Comunale) alle attività della filiera nautica. Si tratta di oltre 65 mila metri quadri di fronte allo specchio acqueo della Darsena, un’area quindi già infrastrutturata e dotata di banchine. Dal ponte mobile possono entrare barche fino a 12 metri di larghezza con una lunghezza massima di circa 30 metri. Il Comune della Spezia intende utilizzare l’area secondo le norme relative al demanio marittimo: dopo il necessario bando individuare soggetti privati che prendano l’area in concessione pluriennale, la cui durata sarà proporzionale alla mole di investimenti previsti, manterrà così l’utilizzo ad attività nautico produttive. L’attività individuata sulla base dello studio effettuato su incarico dal Comune della Spezia è quella del refitting nautico. Una parte dell’area verrà utilizzata per il cosiddetto “porto a secco” dedicato a imbarcazioni minori.