La Spezia, primo scalo in banchina per Costa Classica

image

Inaugurato a tempo di record il terminal provvisorio. Attesi, nel 2013, 246.290 passeggeri.

La stagione crocieristica alla Spezia è iniziata ieri con l’arrivo di Costa Classica, ma da qui all’aprile 2015 saranno in totale 66 gli scali previsti dalla compagnia nello scalo ligure. La Classica è una nave di dimensioni ridotte, ma dalla fine del 2013, sono previste navi sempre più grandi e moderne, con un maggior numero di scali, sino ad arrivare all’inverno 2014/15, quando arriverà la nuova ammiraglia, la Costa Diadema. Realizzato a tempo da record dall’Autorità Portuale della Spezia, il Molo Garibaldi è l’unico attrezzato dello scalo per l’accoglimento dei passeggeri. “Senza una banchina – ha spiegato il presidente dell’Ap, Lorenzo Forcieri – il settore crocieristico non evolveva, anzi, rischiava di retrocedere fino a scomparire. Da qui la decisione di procedere nella direzione intrapresa, di cogliere le molte istanze che ci venivano rivolte”. In 10 giorni è stato completato anche il terminal provvisorio di largo Fiorillo, Golfo dei Poeti-Cinque Terre Cruise Terminal, al piano terra della sede dell’ex Dogana.  “Siamo solo all’inizio, molto lavoro è ancora da fare, dobbiamo continuare su questa strada, dobbiamo passare dal provvisorio alle soluzioni definitive”, ha continuato Forcieri. “Intanto dobbiamo accogliere adeguatamente navi, passeggeri ed equipaggi, perché la scelta di scalare il nostro Golfo sia confermata ed ampliata”. 

Il nuovo molo mette a disposizione della crocieristica aree e piazzali per circa 45 mila metri quadrati di superficie e circa 1 chilometro di nuove banchine utili all’accosto di navi di grandi dimensioni. Per la sua realizzazione è stato pensato anche  un cavidotto specifico per l’alimentazione elettrica (cold ironing) che consentirà in futuro di eliminare le emissioni inquinanti delle navi ormeggiate in banchina, ha subito ritardi nel tempo.