La nave militare LHD “TRIESTE” sarà trasferita presso lo stabilimento Fincantieri di Muggiano

nave-trieste

Castellammare di Stabia, 30 dicembre 2019 – Il giorno 04 gennaio 2020, nel porto di Castellammare di Stabia la nave militare LHD “TRIESTE” sarà disormeggiata dalla banchina allestimento della FINCANTIERI S.p.A. per poi essere agganciata ad un Rimorchiatore d’altura nella rada del porto stabiese denominata “AREA ALFA” per poi essere trasferita presso lo stabilimento Fincantieri di Muggiano (La Spezia).

Al fine di garantire la sicurezza della navigazione in ambito portuale e la pubblica incolumità di cose e persone il Comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, Capitano di Fregata Ivan SAVARESE, ha emanato l’ordinanza n°127/2019 in data 24/12/2019 con cui ha ordinato che dalle ore 06.00 del giorno 04.01.2020 e fino al termine della manovra di partenza della nave militare LHD “TRIESTE” dalla rada di Castellammare di Stabia, è interdetto l’uso dell’intero specchio acqueo portuale e della rada denominata “Area ALFA”, nonché di tutte le banchine ed aree demaniali marittime ricadenti nel porto di Castellammare di Stabia. Nello specchio acqueo portuale di Castellammare di Stabia sono vietati pertanto- il transito, l’ormeggio e qualunque movimento di navi, galleggianti e natanti in genere non interessati alle operazioni di varo, non espressamente autorizzati dalla locale Capitaneria di Porto. Inoltre, durante il suddetto periodo non è consentito l’ormeggio presso il molo Foraneo del porto di Castellammare di Stabia e pertanto le unità presenti dovranno lasciare l’ormeggio entro le ore 05.00 del 04/01/2020. Nello specchio acqueo portuale di Castellammare di Stabia e nella suddetta rada, sono vietati il transito, l’ormeggio e qualunque movimento di navi, galleggianti e natanti in genere non interessati alle manovre, non espressamente autorizzati. I contravventori agli obblighi previsti dall’ordinanza n. 127/2019 in data 24/12/2019, saranno puniti, salvo che il fatto costituisca più grave reato e/o diverso illecito amministrativo, ai sensi degli articoli 1174, e 1231 del Codice della Navigazione, ovvero dell’art.53 del D.Lgs.18.07.2005 nr. 171 e successive modifiche ed integrazioni.

“Al fine di garantire al massimo la sicurezza della navigazione nell’ambito portuale e la pubblica incolumità di cose e persone durante le operazioni di disormeggio e successiva partenza di “Nave TRIESTE”, la Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia ha indetto riunioni di coordinamento cui hanno partecipato FINCANTIERI, tutti i servizi portuali operanti nel porto stabiese, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale e tutte le locali Forze dell’Ordine e di Polizia. Attraverso la sinergia di tutti gli attori coinvolti, che con l’occasione ringrazio, è stato possibile definire tutte le dinamiche legate allo spostamento di ‘Nave Trieste’ verso La Spezia e prevedere e concordare tutte le misure necessarie al fine di garantire la sicurezza e la pubblica incolumità. Il varo presso il locale Stabilimento FINCANTIERI della nuova unità anfibia multiruolo della Marina Militare Italiana avvenuto lo scorso 25 maggio 2019 è stato l’evento dell’anno per la Capitaneria di porto e per tutta la città di Castellammare di Stabia. Per me, ribadisco, è anche particolare motivo di orgoglio personale la circostanza che il varo di quella che sarà l’unità più grande della Marina Militare Italiana sia avvenuto durante il mio periodo di Comando presso la Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia” sono state le parole del Comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, Capitano di Fregata Ivan SAVARESE.

Al fine di garantire al massimo la sicurezza e la pubblica incolumità, si prega di dare la massima diffusione ai contenuti dell’ordinanza n°127/2019 in data 24/12/2019 della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia che si allega in copia.

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
CAPITANERIA DI PORTO DI CASTELLAMMARE DI STABIA

Piazza Incrociatore San Giorgio – 80053 Castellammare di Stabia (NA)
Tel. 0818711077-86 – Fax 0818710078 – e.mail: cpcastellammare@mit.gov.it
ORDINANZA N°127/2019

Argomento: Partenza Unità Navale Marina Militare LHD “Trieste” Località: Comune di Castellammare di Stabia.
Data: 04.01.2020.

Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo e Comandante del porto di Castellammare di Stabia;

  • VISTI gli esiti della riunione tenutasi in data 19.11.2019 presso la sede di Fincantieri di Castellammare di Stabia dove sono stati illustrati ai convenuti, già in fase antecedente l’usuale conferenza dei servizi, gli studi e le procedure per la partenza dell’unità in questione;
  • VISTO il verbale della riunione in data 18.12.2019 tenutasi nei locali della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia al fine di approfondire, congiuntamente alle altre FF.OO. ed ai rappresentanti della Marina Militare, dei servizi portuali, dello stabilimento Fincantieri e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mari Tirreno Centrale, le varie problematiche legate alla partenza dell’unità, nonché alle esigenze di sicurezza e di ordine pubblico in ambito portuale, sia a mare che a terra ed in rada;
  • VISTA la nota prot. n°0362738 del 13.12.2019 della Prefettura – Ufficio territoriale del governo di Napoli;
  • VISTO il nulla osta rilasciato con fg. prot. n° 27961 in data 19.12.2019 dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, in merito alla partenza dell’unità Militare LHD TRIESTE del giorno 04.01.2020 e le relative prescrizioni;
  • CONSIDERATA la necessità di individuare misure atte a salvaguardare la pubblica e privata incolumità nonché la sicurezza della navigazione e portuale in occasione della manovra in questione;
  • VISTI gli artt. 17, 30, 62 e 63 del Codice della Navigazione, nonché l’art. 59 del regolamento per la navigazione marittima;

R E N D E N O T O

Il giorno 04.01.2020, nello specchio acqueo del porto di Castellammare di Stabia, avrà luogo il disormeggio della nave militare LHD “TRIESTE” dalla banchina allestimento della Soc. “FINCANTIERI” S.p.A. con l’ausilio di n°3 rimorchiatori che sarà rimorchiata nella rada di Castellammare di Stabia denominata “AREA ALFA” dove sarà agganciata al rimorchiatore d’altura denominato “CARLO MARTELLO” che provvederà a trasferirla presso lo stabilimento Fincantieri di Muggiano (LA SPEZIA) per l’ultimazione dell’allestimento. 

O R D I N A

Articolo 1

dalle ore 06.00 del giorno 04.01.2020 e fino al termine della manovra di partenza della nave militare LHD “TRIESTE” dalla rada di Castellammare di Stabia, è interdetto l’uso dell’intero specchio acqueo portuale e della rada denominata “Area ALFA”, nonché di tutte le banchine e le aree demaniali marittime ricadenti nel porto di Castellammare di Stabia, come riportato nello stralcio planimetrico che è parte integrante della presente ordinanza. Inoltre, durante il suddetto periodo non è consentito l’ormeggio presso il molo Foraneo del porto di Castellammare di Stabia e pertanto le unità presenti dovranno lasciare l’ormeggio entro le ore 05.00 del 04.01.2020. Nello specchio acqueo portuale di Castellammare di Stabia e nella suddetta rada, sono vietati il transito, l’ormeggio e qualunque movimento di navi, galleggianti e natanti in genere non interessati alle manovre, non espressamente autorizzati da questa Capitaneria di Porto. Non sono soggette al divieto di cui al primo comma:
- le unità facenti capo alla Società incaricata delle operazioni di rimorchio e le unità del locale Gruppo Ormeggiatori; – le unità della Guardia Costiera, delle forze di polizia nonché le unità militari in genere, in ragione del loro ufficio. Le suddette unità dovranno, comunque, porre in essere tutte le opportune manovre atte a garantire la propria incolumità, valutando l’adozione di tutte le misure suggerite dalla buona perizia marinaresca, al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo ed assicurare -per tutta la durata delle operazioni- un ascolto radio continuo sui canali di servizio (ch. 13) e di sicurezza (ch.16).

Articolo 2

La Società Fincantieri dovrà confermare all’Autorità Marittima, con almeno 24 ore di anticipo, l’effettivo svolgimento delle operazioni di partenza, tenendo conto altresì delle probabili condimeteo marine previste in zona per la data stabilita per la stessa. Al riguardo, ferme restando le indicazioni contenute nel nulla osta in premessa citato, rilasciato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, che qui si intendono integralmente richiamate, la Fincantieri S.p.A. – stabilimento di Castellammare di Stabia, in persona del responsabile alle operazioni, dovrà osservare le seguenti ulteriori prescrizioni:

1. adottare tutti i provvedimenti necessari affinché le operazioni di partenza si svolgono con la piena osservanza della vigente normativa;

2. verificare preventivamente i pescaggi dello specchio acqueo portuale direttamente interessato alle manovre; 3. La manovra potrà aver luogo esclusivamente con favorevoli condizioni meteomarine, con l’intervento e l’assistenza di rimorchiatori in numero sufficiente e di potenza adeguata;

4. l’Amministrazione Marittima deve intendersi in ogni caso pienamente manlevata da ogni e qualsiasi responsabilità per effetto della presente ordinanza, che viene rilasciata ai soli fini della sicurezza della navigazione.

Articolo 3

Dalle ore 06.00 del giorno 04.01.2020, e fino al termine delle operazioni di partenza dell’unità indicata in premessa, i varchi di accesso al porto di Castellammare di Stabia saranno chiusi con conseguente divieto di accesso ai soggetti non espressamente autorizzati dal personale delle Forze dell’Ordine e di Polizia ivi presenti. In concomitanza del medesimo periodo è vietato, inoltre, il transito dei veicoli di qualsiasi tipo su tutti i praticabili e le banchine del porto di Castellammare di Stabia.

 

Articolo 4

I concessionari di pontili galleggianti ubicati all’interno del porto e all’esterno, in prossimità del Molo di sottoflutto, dovranno assicurare che i proprietari delle unità da diporto (e non) ivi ormeggiate non potranno lasciare gli ormeggi dalle ore 06:00 del giorno 04.01.2020 fino al termine delle operazioni.

Articolo 5

La società Fincantieri deve munirsi, preventivamente, di ogni altra eventuale autorizzazione e/o nulla osta di competenza di altre pubbliche amministrazioni, ponendo in essere ogni apprestamento atto ad assicurare la sicurezza nello svolgimento delle operazioni, in conformità alle normative vigenti, manlevando, fin d’ora, questa Autorità Marittima da qualsivoglia responsabilità civile e penale in odine ad eventuali danni a soggetti terzi e/o cose ivi compresi manufatti/strutture galleggianti e infrastrutture portuali.

Articolo 6

I contravventori alla presente ordinanza, saranno puniti, salvo che il fatto costituisca più grave reato e/o diverso illecito amministrativo, ai sensi degli articoli 1174, e 1231 del Codice della Navigazione, ovvero dell’art.53 del D.Lgs.18.07.2005 nr. 171 e successive modifiche ed integrazioni E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante l’affissione all’albo dell’ufficio, l’inclusione alla pagina “ordinanze” del sito istituzionale www.guardiacostiera.it, nonché l’opportuna diffusione tramite gli organi di informazione.

Castellammare di Stabia, 24.12.2019

IL COMANDANTE
CF (CP) Ivan SAVARESE