La Capitaneria di porto entra nelle scuole

DSC_7538

Accordo con l’Ufficio scolastico regionale. Presentato il progetto Mare a 360°

 “Una materia obbligatoria nelle scuole”. La pensa così l’Ammiraglio Antonio Basile riguardo l’importanza della formazione nel far emergere un più corretto rapporto con la risorsa mare. “E’ necessario conoscere norme, comportamenti. Favorire il rispetto di questo elemento fondamentale in una regione come la Campania”, aggiunge. E in questa direzione va l’accordo firmato dalla Capitaneria di porto con il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Diego Bouchè. Un protocollo d’intesa finalizzato a promuovere iniziative ed azioni di supporto e di indirizzo a favore delle scuole di ogni ordine e grado.

Il documento, in particolare, prevede attività didattiche svolte da personale della Capitaneria presso istituti scolastici individuati dall’Ufficio Scolastico Regionale. Una serie di lezioni, modulate sull’età degli studenti, per fornire insegnamenti su sicurezza, tutela dell’ambiente, ruolo della Guardia Costiera. Previste anche giornate a tema presso le sedi periferiche del Corpo, con l’obiettivo di spiegare in modo più ampio le varie dinamiche della realtà portuale.

Con una durata triennale, il protocollo contempla anche la possibilità di promuovere specifici progetti con la collaborazione di enti, organizzazioni ed associazioni terze che, insieme allo sviluppo della cultura del mare e delle competenze ad essa connesse, favoriscano la valorizzazione e la riscoperta dei percorsi storici, artistici, culturali ed ambientali della zona costiera.

È il caso, ad esempio, del progetto promosso dal Rotary Club – Napoli Castel Sant’Elmo, “Mare a 360°”, che prevede una serie di incontri e seminari su temi come la sicurezza della navigazione, consigli ai bagnanti, aree marine protette. Tutte “buone pratiche” contenute in una brochure che avrà ampia diffusione, cui si aggiungeranno, con il coinvolgimento dei circoli nautici, corsi di avviamento alla vela e concorsi diretti agli studenti.