Impianto di compostaggio a Napoli Est. Passi in avanti importanti per dare concretezza al nuovo piano regionale dei rifiuti

francesco-iacotucci

Bisogna resistere alle ingerenze dei politici e imprenditori che difendono gli interessi delle lobby degli inceneritori e che tramano per avere nuove emergenze rifiuti

Napoli 27 aprile 2018 – “L’annuncio dell’amministratore di Asia, Iacotucci, sull’avvio dei lavori per la costruzione dell’impianto di compostaggio a Ponticelli tra la fine del 2018 e il 2019 è una splendida notizia per chi si è battuto per cambiare il precedente piano regionale dei rifiuti che era ancora incentrato su discariche e inceneritori, mentre ora si punta decisamente su differenziata e riciclaggio”.

Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il portavoce regionale Vincenzo Peretti, per i quali “proprio a Ponticelli, nell’area Est di Napoli, era previsto un inceneritore, mentre ora lì si costruirà un impianto di compostaggio che non ha nulla a che vedere con un inceneritore in termini di inquinamento e impatto ambientale”.

“Senza dimenticare che, grazie agli impianti di compostaggio riusciremo anche a ridurre la tassa per i rifiuti sulla quale, al momento, incide in maniera sostanziale la spesa necessaria per finanziare il trasporto all’estero dell’umido” hanno aggiunto i Verdi per i quali “è importante resistere alle ingerenze di chi vuole contrastare il cambiamento per tornare al passato e spera in una nuova emergenza rifiuti, magari alimentando paure immotivate nella popolazione con il solo scopo di favorire le lobby degli inceneritori e delle discariche e tramano per creare le condizioni di nuove e drammatiche emergenze”.