Il M5S incontra il porto di Napoli

onorevole di maio

Primo incontro tra il M5S e il cluster portuale partenopeo. Nella sala Calypso della Stazione Marittima  il vice presidente della Camera dei deputati, On. Luigi Di Maio, e il senatore Andrea Cioffi, membro della VIII Commissione permanente (lavori pubblici e comunicazioni), si sono confrontati con terminalisti, imprenditori e operatori dei servizi dello scalo. L’incontro ha avuto una connotazione amicale, come un rendez-vous tra amici di vecchia data che hanno esposto i propri dubbi sul futuro del porto, le perplessità sulla gestione amministrativa dello stesso, proponendo soluzioni per il suo rilancio nazionale e internazionale, alla ricerca del ruolo che ha sempre ricoperto grazie alle sue peculiarità ed allo spirito sanguigno dei suoi operatori ed addetti ai lavori. L’attenzione degli esponenti del M5S è stata catturata dagli interventi di alcuni dei più importanti esponenti dell’economia portuale come l’avvocato Umberto Masucci, Presidente dell’International Propeller Club, di Andrea Mastellone, presidente Assoagenti Napoli, dell’avvocato Gastaldi, di Mimmo De Crescenzo, di Roberto Bucci e dell’Ing. De Domenico, presidente della  Rimorchiatori Napoletani. Tutti concentrati sull’importanza economica del porto e l’irragionevolezza di lacune organizzative che frenano l’evoluzione delle sue potenzialità operative ed economiche. Il M5S, posso confermare, si è trovato di fronte ed ha ascoltato un gruppo di persone valide, spinte da intenti che vanno ben oltre il solo e mero interesse personale. Le parole di tutti gli intervenuti – per tutte quelle di un “decano” come il dott. Bucci – sono state connotate da una passione unica, intrise di una dose di emotività che faceva intendere l’attaccamento ad un luogo che è anche parte della vita di ognuno di noi ed un elemento imprescindibile dalla vita giornaliera della città. Oserei dire che il M5S ha avuto il piacere di incontrare nella sala Calypso della Stazione Marittima del Porto di Napoli chi davvero vuole il bene del porto e con spirito di abnegazione si adopera tutti i giorni per il suo successo. Persone su cui porre fiducia ove mai dovessero verificarsi i presupposti e gli intenti necessari alla risoluzione dei diversi problemi che affliggono oggi giorno lo scalo napoletano, in una politica che ascolti chi davvero è a conoscenza dei problemi, chi debba davvero essere ascoltato.

Mario Esposito, Presidente Gruppo Ormeggiatori e Barcaioli del Porto di Napoli