Il Consiglio di Amministrazione di d’Amico International Shipping S.A. approva i risultati del Q3 & 9M 2017:

nave-damico

‘DIS e’ riuscita a minimizzare gli effetti del difficile contesto di mercato che ha caratterizzato le navi cisterna nei primi nove mesi del 2017, realizzando un Risultato netto di US$ (13,6) milioni, un EBITDA di US$ 33,7 millioni e un margine operativo del 17.3%.  Nel corso del terzo trimestre dell’anno, il mercato ha mostrato segnali di miglioramento che hanno consentito a DIS di realizzare un ricavo medio spot del 18.4% superiore a quanto ottenuto nello stesso trimestre dell’anno precedente.’

Il Consiglio di Amministrazione di DIS ha inoltre deliberato di esercitare la facoltà di stabilire dei periodi addizionali di esercizio dei Warrant.

RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI 2017

 Ricavi base time charter (TCE) di US$ 194,2 milioni (US$ 203,0 milioni nei 9M’16)

 Utile operativo lordo/EBITDA di US$ 33,7 milioni (17.3% sul TCE) (US$ 48,1 milioni nei 9M’16)

 Risultato netto di US$ (13,6) milioni nei primi 9M’17 (US$ 6,1 milioni nei 9M’16)

  Flussi di cassa da attività operative di US$ (3,5) milioni (US$ 57,9 milioni nei 9M’16)

  Debito netto – US$ 512,3 milioni al 30 settembre 2017 (US$ 527,8 milioni alla fine di dicembre 2016)

RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2017 

  Ricavi base time charter (TCE) di US$ 65,5 milioni (US$ 58,5 milioni nel Q3’16)

 Utile operativo lordo/EBITDA di US$ 9,0 milioni (13.7% sul TCE) (US$ 7,9 milioni nel Q3’16)

 Risultato netto di US$ (7,4) milioni (US$ (7,5) milioni nel Q3’16)

Lussemburgo, 09 novembre 2017 – Il Consiglio di amministrazione di d’Amico International Shipping S.A. (Borsa Italiana: DIS) (’la Società‘ o ’il Gruppo‘), società leader a livello internazionale nel trasporto marittimo, specializzata nel mercato delle navi cisterna, ha esaminato e approvato in data odierna il resoconto intermedio per il periodo chiuso al 30 settembre 2017 / terzo trimestre 2017.

COMMENTO DEL MANAGEMENT

Marco Fiori, Amministratore Delegato di d’Amico International Shipping commenta: ‘Nonostante non si sia ancora vista la ripresa del mercato delle navi cisterna, tanto attesa dalla maggior parte degli analisti di settore, abbiamo pero’ notato alcuni segnali di miglioramento nel corso del terzo trimestre dell’anno, nel quale DIS ha realizzato un ricavo medio spot pari a circa US$ 12,000 al giorno, superiore del 18% rispetto al livello ottenuto nello stesso trimestre del 2016. Ci attendiamo un mercato molto piu’ solido nei prossimi mesi e per questo motivo al momento non stiamo incrementando la nostra copertura base time-charter, in modo da trarre il massimo vantaggio da tale atteso rafforzamento. Ritengo ci siano chiari segnali di miglioramento del mercato, sia dal lato dell’offerta che da quello della domanda. Dal lato della domanda, l’elevato livello di scorte di prodotti petroliferi che ha fortemente penalizzato il mercato negli ultimi due anni, sembra si stia assestando su livelli piu’ ragionevoli. La crescita dell’economia mondiale attesa per il prossimo anno dovrebbe, inoltre, dare un’ulteriore spinta alla domanda per il trasporto di prodotti petroliferi raffinati. Allo stesso tempo, dal lato dell’offerta, si stima

che il numero di consegne di nuove navi dovrebbe toccare un livello storicamente molto basso entro la fine del 2017. La nostra strategia di investimento unita alla vendita di alcuni delle nostre navi piu’ vecchie, consenentira’ a DIS di avere a disposizione, gia’ dall’inizio del prossimo anno, una delle flotte piu’ giovani e flessibili al mondo nel mercato delle navi cisterna dedite al trasporto di raffinati. DIS avra’ inoltre una esposizione al mercato spot molto piu’ alta del passato, grazie anche alla consenga delle nostre LR1. Tutto cio’ ci permettera’ di far pienamente fronte ai requisiti richiestici dalla nostra primaria clientela, consentendoci di massimizzare a pieno i risultati della nostra Azienda’.

Carlo Balestra di Mottola, CFO della DIS commenta:  ‘Dopo aver lanciato un piano di investimenti di US$ 755 milioni, cominciato nel 2012 e che dovrebbe completarsi nel corso del 2018, ci stiamo ora focalizzando nel rafforzamento della nostra struttura patrimoniale. Alla luce di questo obiettivo, nel corso del secondo trimestre dell’anno, abbiamo finalizzato un aumento di capitale, interamente sottoscritto, che ha generato risorse pari a US$ 37,9 milioni, abbiamo venduto e ripreso in time-charter due navi, nel corso del primo trimestre, generando un effetto netto di cassa di US$ 5,2 milioni, e abbiamo venduto e ripreso a noleggio a scafo nudo 2 ulteriori navi, rispettivamente nel secondo e nel terzo trimestre, generando US$ 21,9 milioni di cassa. Tra settembre e ottobre, abbiamo inotre annunciato la vendita di altre due navi, riprese rispettivamente e noleggio a scafo nudo e a noleggio base time-charter, che andranno a rafforzare ulteriormente la nostra posizione di liquidita’ dell’ultimo trimestre dell’anno per US$ 13,4 milioni. La maggior parte di questi accordi sono estremamente flessibili, prevedono opzioni di riacquisto e sono stati conclusi ad un costo assolutamente competitivo, consentendoci di finanziare la parte di equity dovuta sulla quota rimanente del nostro programma di investimenti. Alla fine di settembre 2017, DIS aveva investimenti ancora in essere per US$ 183,1 milioni (US$ 61,2 milioni nel quarto trimestre dell’anno e US$ 121,9 milioni nel corso del 2018) ed il 69% di questi verra’ finanziato con debito bancario, ad oggi gia’ interamente sottoscritto’.