Guardia Costiera: operazione in mare, rimossi gavitelli di ormeggio abusivi antistante la spiaggia di Lamaro Piano di Sorrento

Castellammare di Stabia, 8 agosto 2019 - Operazione in località “Colli di San Pietro”, nel tratto di mare antistante la spiaggia di Lamaro del Comune di Piano di Sorrento (NA) da parte della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, che ha avuto lo scopo di prevenire e contrastare l’occupazione abusiva dei tratti di mare liberi all’uso pubblico da parte di soggetti che, senza averne titolo, ne hanno fatto un uso personale, posizionando gavitelli collegati ad una cima a vari corpi morti sul fondale, trasformandoli di fatto in un campo boe destinato all’ormeggio di imbarcazioni completamente abusivo.  Nello specifico, giunti sul posto, i militari con l’ausilio di operatori del Nucleo Sommozzatori della Guardia Costiera di Napoli e personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Piano di Sorrento hanno trovato abusivamente posizionati n. 9 gavitelli e corpi morti che venivano illecitamente usati per svolgere abusivamente l’ormeggio di unità da diporto. In totale sono stati rimossi e sequestrati n. 9 (nove) gavitelli e corpi morti, che venivano sottoposti a sequestro ai sensi dell’articolo 1161 1° comma del Codice della Navigazione. “L’operazione di oggi fa parte di un più articolata attività della Direzione Marittima della Campania, disposta dall’Ammiraglio Ispettore Pietro VELLA, nell’ambito di ‘Mare Sicuro 2019’, al fine di reprimere qualsiasi tipo di abuso perpetrato in mare, in particolare quelli legati ai campi ormeggi abusivi che non solo limita la libera fruizione degli spazi pubblici, ma genera anche un mancato introito per l’erario, senza considerare la concorrenza sleale verso tutti quei gestori che operano nel rispetto delle norme e che versano periodicamente i previsti canoni demaniali” sono state le parole del Comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, Capitano di Fregata (CP) Ivan SAVARESE.