Guardia costiera di Napoli, rinvenuto bagnate disperso il mare

DSC_6228

È stato ritrovato nello specchio acqueo a nord della foce del fiume Volturno il corpo del giovane di 17 anni che da ieri risultava disperso in mare. L’allarme era giunto alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Napoli nella tarda mattinata di ieri.  Immediatamente erano stati attivati i soccorsi ed intraprese le operazioni di ricerca che sono state assicurate da unità navali ed aeree della Guardia Costiera, della Guardia di Finanza e dell’Aereonautica Militare, nonché dai nuclei sub della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco.

Il bagnante, un giovane di 17 anni, nonostante le condizioni di mare mosso, era intento a fare il bagno con un amico. Solo uno dei due ragazzi, trovatisi in difficoltà per la forte risacca, era riuscito a riprendere la riva e ad allertare i soccorsi, non avendo più, improvvisamente, visto il proprio compagno.

Le ricerche sono state effettuate ininterrottamente fino al momento in cui, nella mattinata odierna è stato avvistato il corpo del giovane diciassettenne da parte dell’elicottero dell’Aereonautica Militare. Quindi il recupero da parte della motovedetta CP 890 della Guardia Costiera di Napoli che ha condotto la salma presso il porto di Baia per gli accertamenti medico legali di rito, dove alla famiglia veniva, altresì, fornito un supporto psicologico, grazie alla disponibilità di un medico del consultorio locale. Le operazioni sono state coordinate dalla Sala operativa della Direzione Marittima Guardia Costiera di Napoli e hanno visto il coinvolgimento di 7 unità navali, 3 velivoli, 2 nuclei sommozzatori nonché personale di supporto a terra.