Guardia Costiera Castellammare di Stabia: Recuperata rete da pesca abusivamente posizionata all’imboccatura del porto di Vico Equense

rete-sequestrata

Incessante ed incisiva è l’attività di vigilanza e controllo nell’ambito del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia, diretto e coordinato dal Capitano di Fregata (CP) Ivan SAVARESE.

Castellammare di Stabia, 18 maggio 2020 -Nella giornata di ieri, gli uomini della Delegazione di Spiaggia di Vico Equense , guidati dal Maresciallo Bellotti, presso l’imboccatura del porto di Seiano, hanno accertato la presenza di una rete da pesca di circa 60 mt. posizionata abusivamente da pescatori di frodo, priva di qualsiasi segnalamento pregiudizievole alla sicurezza della navigazione. La suddetta rete, calata da ignoti, in violazione alla normativa nazionale e locale è stata salpata con l’ausilio di pescatori locali e della dipendente M/V CP532 ed è stata posta sotto sequestro giudiziario.

“Continuano ad essere numerosi i pescatori che abusivamente posizionano attrezzi da pesca in zone vietate non conformi e/o non segnalati arrecando oltre che un danno all’ecosistema marino un serio pericolo per la sicurezza della navigazione” sono state le parole del Comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, Capitano di Fregata Ivan SAVARESE.