Gruppo Casillo, nasce la dodicesima filiera Prime Terre: i volumi di grano salgono a 8.500 tonnellate

stretta-di-mano-beniamino-casillo-e-alberto-zampino

L’azienda pugliese e il Pastificio Gentile hanno presentato a HostMilano il nuovo progetto di Filiera Prime Terre – Grano 100% Campano

La pasta di Grano 100% campano, in vendita nei prossimi mesi, è prodotta con grano seminato, coltivato e raccolto nelle province di Caserta, Benevento e Avellino

Milano – 18 ottobre 2019 – Un accordo che fa salire a 12 le filiere del progetto Prime Terre, incrementando a 8.500 il volume di tonnellate di grani regionali, di cui 3.500 per la filiera farina su canale bakery e 5.000 per la filiera pasta. Il Gruppo Casillo e il Pastificio Gentile hanno presentato oggi il nuovo progetto di Filiera Prime Terre – Grano 100% Campano in occasione della 41° edizione di HostMilano. Un incontro denominato “Alla Ricerca della territorialità: Prime Terre e le regioni del grano” ha sancito il legame tra un leader mondiale nella trasformazione e commercializzazione del grano duro e uno degli storici pastifici italiani. A fare gli onori di casa Beniamino Casillo, CEO Gruppo Casillo e Alberto Zampino, CEO Pastificio Gentile: entrambi hanno sottolineato l’importanza di questo accordo da un punto di vista di valorizzazione del territorio. Infatti, la pasta di Grano 100% campano, in vendita nei prossimi mesi, è prodotta con grano seminato, coltivato e raccolto nelle province di Caserta, Benevento e Avellino.

Oggi quindi il Gruppo Casillo stringe un patto con il Pastificio Gentile, uno degli storici opifici artigianali che hanno reso la città di Gragnano famosa in tutto il mondo per la sua pasta. Dopo la stretta di mano, si è tenuto uno Showcooking a cura della Signora Maria – anima del Pastificio Gentile – e dello chef Gabriele Tirabassi. Un trionfo di tradizioni, sapori e profumi che hanno conquistato la platea.

Il nuovo progetto di Filiera Prime Terre – Grano 100% Campano valorizza il territorio e incentiva la rinascita dell’economia locale attraverso la collaborazione con gli agricoltori campani il cui grano seminato, coltivato e raccolto nelle province di Caserta, Benevento e Avellino sarà l’anima della pasta prodotta con Grano 100% Campano in vendita nei prossimi mesi. Una pasta a Km Vero quella prodotta con Grano 100% campano e che andrà ad aggiungersi alla già vastissima gamma di formati prodotti artigianalmente dal Pastificio Gentile con i grani provenienti dalla Puglia e dalla Basilicata.

Oggi sono 12 i progetti di filiera regionali attivati in tutta Italia. Cinque sono legati al grano duro per la “filiera della pasta” (Marche, Sicilia, Puglia, Lazio e Campania) e sette al grano tenero e al “canale bakery” (Sicilia, Toscana, Campania, Puglia, Abruzzo, Basilicata e Lazio). Prime Terre – progetto di filiera regionale certificata avviato da Casillo nel 2016 – affonda però le sue radici in Puglia, regione storicamente vocata all’agricoltura e alla coltivazione del grano duro. Sin da subito però guarda lontano: all’Italia e a tutte le regioni dalla indiscutibile vocazione cerealicola. Comincia così il viaggio di Prime Terre alla ricerca delle farine e semole che parlano e profumano della terra in cui sono nate. Un lavoro fatto sul campo, con infinito amore e a stretto contatto con chi, quotidianamente, lavora i campi per far crescere piante sane e poi spighe rigogliose nel rispetto dei cicli della natura.  Un viaggio attraverso l’Italia, chilometro per chilometro, alla ricerca delle espressioni più autentiche della cultura contadina italiana.

“Con i progetti di filiera Prime Terre racconta  Beniamino Casillo, CEO Gruppo Casillo – abbiamo creato un marchio lavorando con 14 mulini in tutta Italia, facendo un passo avanti importantissimo sul tema della territorialità. Oggi il termine “made in Italy” è in inflazionato, noi invece abbiamo dato vita ad un’azione concreta che punta alla valorizzazione di un prodotto regionale su cui siamo in grado di garantire controllo e qualità. Ringrazio il Pastificio Gentile per la fiducia – conclude Casillo – perché ha creduto nella forza di questo progetto  che esprime alla perfezione la nostra idea di economia circolare in cui tutti i protagonisti, dal coltivatore al produttore passando per il consumatore.  

“Oggi scriviamo una pagina importante della nostra storia perché abbiamo sposato un progetto sul territorio e per il territorio. Nel Gruppo Casillo abbiamo trovato il partner ideale per perseguire il nostro obiettivo di accorciare ancora di più la filiera concentrandoci sui grani campani”, commenta Alberto Zampino – CEO Pastificio Gentile. “La semola con cui è prodotta questa pasta percorre pochissimi chilometri prima di arrivare al nostro pastificio e custodisce in sé la qualità garantita da Casillo a cui si aggiunge un importante impulso all’economia locale”.