Gli studenti di Napoli promossi “delfini guardiani”

foto_studenti_napoli

Dal 9 giugno 168 giovanissimi dell’Istituto Comprensivo Statale “Raffaele Viviani” di Napoli possono fregiarsi del distintivo di “Delfini Guardiani” e agire concretamente per la salvaguardia del proprio mare e della propria terra. Presso la Capitaneria di Porto di Napoli, si è, infatti, tenuta la cerimonia di consegna degli attestati agli studenti di prima media che hanno frequentato, durante gli scorsi mesi, il percorso di educazione ambientale ideato da Marevivo con l’obiettivo di formare giovani ranger del mare. E’ stato il Comandante della Capitaneria di Porto di Napoli, Ammiraglio Faraone, in persona a dare gli speciali diplomi ai ragazzi alla presenza della dirigente scolastica Maria D’Ambrosio, dei docenti, dei genitori, degli operatori, dei delegati e della presidente di Marevivo Rosalba Giugni. Il distintivo di “Guardiani dell’Isola” dà infatti ai ragazzi il diritto di presentarsi, senza accompagnatori adulti, alla Capitaneria di Porto o al Comune per segnalare eventuali problemi di carattere ambientale. In questa giornata, grazie alla preziosa sinergia con la Capitaneria, gli studenti hanno anche conosciuto da vicino il lavoro e l’abnegazione degli uomini e delle donne della Guardia Costiera, impegnati costantemente nelle azioni di salvataggio di vite nel Mediterraneo e anche nella lotta all’inquinamento, alla pesca illegale, ai traffici illeciti. Sono infatti saliti su una motovedetta, hanno visitato la centrale operativa, dalla quale vengono prese tutte le decisioni più importanti e hanno capito come è organizzata un’area portuale. Nei mesi scorsi, i “delfini guardiani” sono stati impegnati in attività di scoperta e di conoscenza della loro città tra passato e presente: hanno fatto ricognizioni in spiaggia e in luoghi poco conosciuti, hanno imparato ad osservare, riflettere ed elaborare, in maniera creativa, le ricchezze del loro territorio. Il progetto è stato reso possibile grazie alle famiglie degli studenti che hanno creduto e sostenuto l’impegno dell’istituto partenopeo ad avvicinare i giovani alla natura e a stimolare il loro senso di appartenenza verso l’ambiente, facendoli sentire parte di una comunità più grande ed in grado di conoscere e preservare le proprie risorse.